Montecassiano si conferma “Spiga Verde 2018”

Il riconoscimento è stato consegnato questa mattina a Roma. Si tratta della seconda certificazione in due anni

Investire sul proprio patrimonio rurale migliorando le buone pratiche ambientali. Quest’anno, per il secondo anno consecutivo, Montecassiano ha ottenuto il riconoscimento della Spiga Verde, la certificazione rilasciata ai comuni che valorizzano il proprio territorio puntando sullo sviluppo rurale sostenibile. Un risultato tutt’altro che scontato dal momento che per ottenere il riconoscimento è necessario rinnovare il percorso di anno in anno, un percorso che passa sotto il vaglio di un’apposita commissione Fee (Foundation environmental education) che valuta diversi criteri come: la conservazione del paesaggio, la corretta gestione dei rifiuti, lo sviluppo urbano attento a recuperare e migliorare gli edifici esistenti e l’agricoltura utilizzata e programmata nell’ottica della difesa del paesaggio, della tutela della biodiversità e della produzione di alimenti di qualità.

Solo se tutti i criteri coesistono e vengono soddisfatti, il comune viene insignito della certificazione, una sorta di Bandiera Blu rurale.
Soddisfatto il sindaco Leonardo Catena che questa mattina ha partecipato a Roma alla cerimonia di consegna del prestigioso riconoscimento: «Dopo la riconferma della Bandiera arancione del Touring club e l’ottavo posto nella competizione nazionale del Borgo più bello d’Italia, arriva questa importante riconferma delle Spighe Verdi che rappresenta – ha puntualizzato il primo cittadino – un valore aggiunto per il turismo e un premio per il lavoro portato avanti in questi anni con gli ottimi livelli della raccolta differenziata, i momenti di formazione al rispetto dell’ambiente con le scuole, la realizzazione del Centro del riuso e le tante iniziative culturali e sportive supportate e realizzate per promuovere il territorio».

Quest’anno sono stati 31 i comuni insigniti del riconoscimento, mentre nel 2017 i comuni Spighe Verdi sono stati 27 su tutto il territorio nazionale, nelle Marche hanno ottenuto il riconoscimento in sei, in provincia tre comuni: Montecassiano, Matelica ed Esanatoglia.

Print Friendly, PDF & Email

Comments

comments