Treia. La disfida del Bracciale arriva alla quarantesima edizione

Tutto pronto per la quarantesima edizione della disfida del bracciale che prenderà il via domani, 27 luglio per concludersi il prossimo 5 agosto a Treia. Un’impegno quello dell’ente disfida che nonostante le tante edizioni trascorse mantiene alto l’interesse di un pubblico sempre più vasto, tanto che il prossimo obiettivo è quello di elevare Treia a capitale italiana ed europea del gioco del Pallone col bracciale.

Quella del giovo del bracciale a Treia è una realtà che va oltre i giorni estivi della disfida. Gli atleti infatti hanno partecipato a eventi storici di elevata tradizione
a livello nazionale e internazionale, e sono gemellati con l’Associazione del Calcio Storico Fiorentino – che sarà a Treia domenica 5 agosto durante la rievocazione storica – ed il Tocatì, Festival Internazionale dei Giochi in Strada a Verona, il cui Presidente Giorgio Paolo Avigo parteciperà come ospite agli eventi dei prossimi giorni.

La Disfida del Bracciale perpetua una tradizione artigianale tipica del territorio: a Treia sono presenti ancora alcuni artigiani che realizzano i preziosi Bracciali in legno e i Palloni in cuoio cuciti a mano come un tempo, esempio dell’eccellenza manifatturiera dell’entroterra marchigiano. Ma Disfida significa anche grande partecipazione popolare, come dimostrano i numeri: circa novanta giocatori delle varie categorie si allenano tutto
l’anno e partecipano alle manifestazioni in tutta Italia e sempre più folto è il pubblico
che assiste agli eventi legati al gioco.

Altra importante novità per il 2018 è l’inaugurazione del Museo del Bracciale di Treia, che si terrà sabato 28 luglio alle 18; una ricca esposizione di documenti e onorificenze appartiene dalla costruzione dell’Arena Carlo Didimi inaugurata ben 200 anni fa.

A ripercorrere un po’ la storia del Pallone col Bracciale ci penserà il prof. Alberto Meriggio che durante la serata del 3 agosto, presso il teatro comunale, presenterà il suo novo libro: «Treia e il gioco del pallone col bracciale». Dagli approfondimenti del professore verranno fuori immagini, aneddoti, curiosità e momenti musicali; il libro offre anche anche una serie di biografie di giocatori dell’epoca di bracciale e un commento alla canzone leopardiana «Un vincitore nel pallone» scritta nel 1821 e dedicata al campione Treiese Carlo Didimi.

Non solo storia e gioco del Bracciale a Treia, ma anche buon cibo offerto dalle locande che resteranno aperte durante tutta la durata dell’evento.

Per il programma completo è possibile visitare il sito: www.prolocotreia.it.

Print Friendly, PDF & Email

Comments

comments