Sisma: 490mila tonnellate di macerie pubbliche trattate in 16 mesi

Quasi 490mila tonnellate di macerie pubbliche rimosse in 16 mesi, pari al 99% di cui è stato possibile recuperare il 99,9 mentre il rimanente 0,1 per cento avviato allo smaltimento. Questi e altri dati sono stati al centro di un resoconto pubblico, realizzato durante una conferenza stampa nella sede del Cosmari di Tolentino. Erano presenti: il direttore del Consorzio Giuseppe Giampaoli, il dirigente dell’ufficio rifiuti della Regione Massimo Sbriscia, l’assessore alla Protezione civile e Ambiente, Angelo Sciapichetti.

A fine luglio erano oltre 208mila le tonnellate trattate nella provincia di macerata, oltre 272mila in quella di Ascoli Piceno, oltre 8mila in quella di Fermo. Ad eccezione di Pescara del Tronto e Castelsantangelo sul Nera, che presentano peculiarità, entro il 2018 saranno rimosse tutte le ulteriori macerie pubbliche che deriveranno da demolizioni non ancora effettuate.

All’indomani delle prime scosse, con investimenti specifici è stato realizzato nella sede del Cosmari un impianto nuovo, dotato di speciali sistemi di nebulizzazione e aspirazione che ha permesso di effettuare la complessa e articolata attività di recupero e smaltimento delle macerie pubbliche.
Un processo speciale è stato eseguito nei casi di materiale contenente amianto, come prevede la legge è stato necessario in caso di rinvenimento di MCA un trattamento specifico, l’opportuna segnalazione e la messa in sicurezza.
Anche per i beni di rilievo storico artistico c’è stat una procedura speciale. Ad oggi sono 648 i bancali contenenti materiali di interesse storico culturale e architettonico rinvenuti e e sottoposti all’attenzione del personale incaricato alla cernita e catalogazione con la supervisione dei Funzionari dell’unità di Crisi del MiBact.

Oggi facendo un confronto con altre esperienze post sisma, tipo L’Aquila, si può parlare di un modello virtuoso attivato nelle Marche per il complesso ciclo di gestione delle macerie pubbliche.

Print Friendly, PDF & Email

Comments

comments