Marche in cammino: dal 4 al 10 agosto oltre 300 giovani pellegrini a piedi da Camerino a Loreto

Le diocesi del Sud delle Marche concludono la preparazione al Sinodo dei Giovani, che si svolgerà a Roma l’11 e 12 agosto 2018, con un pellegrinaggio,“Marche in cammino – Sulla strada verso Casa lungo la Via Lauretana”, da Camerino a Loreto, cui parteciperanno dal 4 al 10 agosto oltre 300 giovani.
Accanto a loro altre centinaia di giovani muoveranno verso la Santa Casa da diverse località delle Marche e d’Italia, animando la Via Lauretana e i Cammini Lauretani.
La Fondazione Vaticano II, ente della diocesi di Macerata a servizio delle attività educative destinate ai giovani, secondo la sua missione e l’indirizzo espresso dal Tavolo di Concertazione per il “Recupero e la Valorizzazione della Via Lauretana”, si è fatta carico dell’accoglienza dei pellegrini, curando in stretta collaborazione con i responsabili locali la logistica, l’incontro con le comunità, la comunicazione e l’informazione.
Sono state coinvolte numerose realtà ecclesiali e civili, a partire dall’Associazione della Via Lauretana, che ha sensibilizzato i comuni toccati dal percorso a favorire la percorrenza in condizioni di sicurezza, alla Croce Rossa ed agli enti di volontariato, mobilitati anch’essi per garantire cure e sostegno, fino alla Confraternita delle Stigmate di San Francesco che renderà disponibili le Credenziali dei Cammini Lauretani.
Ai giovani pellegrini saranno fornite le informazioni sul percorso e sui luoghi attraversati grazie alla App gratuita “Cammini Lauretani”, mentre presso le diverse tappe saranno organizzate il ristoro e la sosta, e grazie ai responsabili pastorali, anche momenti di animazione e incontro tra i pellegrini e i giovani delle località toccate.
Molti i Comuni che hanno collaborato all’evento, garantendo l’accoglienza presso proprie strutture: Camerino, Belforte del Chienti, Tolentino, Pollenza, Macerata, Montelupone, Recanati.
Al termine di ogni tappa i giovani saranno coinvolti con iniziative pastorali e di animazione, da Camerino ad Abbadia di Fiastra, da Macerata a San Firmano, per poi convergere con tutti gli altri gruppi il 10 agosto a Loreto, accolti dall’arcivescovo Dal Cin e dai cittadini lauretani.
Con il concorso di tanti, torna così a vivere l’antica pratica del pellegrinaggio a piedi, esperienza di grande valore spirituale che giustifica e sollecita gli importanti investimenti che le pubbliche amministrazioni, in primis Regione Marche, stanno programmando e realizzando per rivitalizzare la Via Lauretana ed i Cammini Lauretani, riconosciuta come una delle maggiori vie di fede in Italia e in Europa.
La Fondazione Vaticano II invita le comunità attraversate dal pellegrinaggio ad accogliere con gioia l’incontro, nella consapevolezza del valore che questa esperienza riveste per i giovani che ne saranno i primi protagonisti, ma anche del contributo che essa può dare alla ripresa sempre più vigorosa dei pellegrinaggi verso la Santa Casa di Maria di Loreto.

Print Friendly, PDF & Email

Comments

comments