“Arriva San Giuliano” inaugurata la pinturetta

di Lucia Giustozzi

Ha avuto luogo giovedì 23 agosto nella piazza di Santa Croce a Macerata la cerimonia di inaugurazione della pinturetta “Arriva San Giuliano”, realizzata dall’artista Egidio del Bianco e dedicata alla memoria dei poeti maceratesi Mario Affede, Eriodante Domizioli e Giovanni Ginobili. La scultura è ormai la tredicesima delle pinturette che ogni anno dal 2004, su iniziativa del  Centro Italiano Femminile di Macerata (CIF), vengono create per onorare San Giuliano, patrono della città che viene festeggiato a Macerata proprio in questi giorni.

L’iniziativa nasce con l’intento di rinverdire la tradizione della cosiddetta pinturetta o edicola, una struttura architettonica di piccole o medie dimensioni che serviva ad ospitare una raffigurazione sacra e di cui sono tuttora presenti numerosi esempi lungo le strade di campagna. Le pinturette rappresentavano non solo un segno di devozione, ma potevano esprimere una richiesta di protezione, essere un segno di gratitudine e infine fungere da punto di riferimento e di aggregazione per i locali.

Proprio questo scopo hanno le pinturette dedicate a San Giuliano: impreziosire gli angoli della nostra bella cittadina con opere d’arte che inducano alla riflessione e alla preghiera. In particolare la scultura “Arriva San Giuliano”, un’ala in marmo di Carrara protetta dall’elegante installazione in ferro di Silvio Craia, simboleggia ad un tempo l’ascesa del santo al cielo ma anche la protezione che egli costantemente ci assicura, come hanno sottolineato gli autori. Il significato sempre attuale della storia di penitenza ed espiazione di San Giuliano l’ospitaliere non può che fare di quest’opera un segno di speranza e rendere i maceratesi orgogliosi e grati.

La presenza della vice sindaco Stefania Monteverde, dell’assessore Narciso Ricotta, degli artisti Egidio Del Bianco e Silvio Craia, della presidente comunale del CIF Francesca Marinelli, della  vice presidente provinciale del CIF Luciana Craia, del critico d’arte Lucio Del Gobbo e dei familiari dei poeti cui l’opera è dedicata ha fatto dell’inaugurazione un vero momento di festa, di ottimo auspicio per l’imminente festività patronale.

Ecco anno per anno l’itinerario delle pinturette maceratesi: Umberto Peschi e Egidio del Bianco (2004-quartiere Pace), Sandro Piermarini (2005-Villa Potenza), Agostino Cartuccia (2006-viale Diomede Pantaleoni), Carlo Bruzzesi (2007-atrio saloni di rappresentanza palazzo Comunale), Silvio Craia (2008-parco Villa Cozza), Vittorio Amadio (2009-fonte delle Vergini), Guido Veroi e Silvio Craia (2010-via Panfilo), Egidio del Bianco (2012-Piaggia dell’Erta n.2), Salvatore D’Addario (2013-vicolo del Casarino), Silvio Craia (2015-piazzale Peschi), Valerio Valeri (2016-Collevario), Egidio del Bianco (2017-Corneto).

Print Friendly, PDF & Email

Comments

comments