Treia. Si rinnova la spiritualità francescana: il 1° settembre la vestizione di Federico e Lorenzo

La celebrazione è stata presieduta dal Provinciale padre Ferdinando Campana

Lo spirito di san Francesco, a quasi otto secoli dalla morte del “poverello d’Assisi”, torna a rifiorire e a generare frutti anche nella nostra epoca. Sabato 1° settembre, alle ore 11.30, presso la tensostruttura del convento dei Frati Minori del Santissimo Crocifisso di Treia, è stato celebrato il rito della vestizione del saio francescano per due giovani che provengono dal nostro territorio diocesano. Il primo, Federico Caimmi, di 23 anni, proviene dalla parrocchia di San Vittore di Cingoli; e l’altro, Lorenzo Giorgetti, di 21 anni, è originario di Chiesanuova di Treia. Federico ha alle spalle un mestiere di parrucchiere e Lorenzo invece era impegnato come programmatore informatico presso una ditta di Sforzacosta.

Alla presenza di circa 500 persone hanno proseguito con questo rito il loro cammino francescano dopo due anni di probandato seguiti dal Maestro padre Luciano Genga di Treia, mentre sabato prossimo 8 settembre si trasferiranno per iniziare il loro noviziato presso San Damiano di Assisi per un anno.

La celebrazione è stata presieduta dal Provinciale padre Ferdinando Campana.

E’ seguito subito dopo un piccolo momento conviviale che ha fatto respirare un clima di fraternità francescana.

Print Friendly, PDF & Email

Comments

comments