Dopo 10 anni, la stagione teatrale di Tolentino torna finalmente a casa: il palcoscenico del Teatro Vaccaj, da poco riconsegnato alla città e all’intero territorio, è pronto ad ospitare un nuovo cartellone carico di emozioni. Cinque spettacoli in abbonamento, da ottobre a marzo,  legati  da un filo conduttore semplice, profondo, che racchiude l’essenza stessa dell’esperienza teatrale: raccontare ed ascoltare storie.
Il primo appuntamento è con Big Fish – il musical (11 ottobre in abbonamento, 12-13-14 ottobre 2018 repliche speciali): la storia straordinaria di Edward Bloom, un padre incredibile, è raccontata tra parole musiche e danza come solo il teatro sa fare! A vestire il ruolo del protagonista Giampiero Ingrassia, che torna a Tolentino dopo 30 anni dal ruolo di Seymour ne La Piccola Bottega degli Orrori, il primo musical prodotto da Compagnia della Rancia. Ci è sembrato significativo aprire la stagione con una produzione di Compagnia della Rancia – dichiara Saverio Marconi – che, grazie all’impegno congiunto di Rancia, Comune di Tolentino e progetto MarcheInVita, siamo lieti di poter offrire al nostro pubblico a condizioni speciali come evento di continuità tra le iniziative legate all’inaugurazione del Vaccaj e l’avvio della stagione di prosa, per ricominciare a far vivere questo meraviglioso Teatro. Il 12 ottobre, alle 18, il cast incontrerà il pubblico per raccontare da vicino lo spettacolo.
A dicembre si prosegue con un volto noto della televisione: Daniele Pecci rilegge con attenzione e spirito innovativo un grande classico del teatro italiano, Il fu Mattia Pascal (19 dicembre 2018), conservando l’ironia e i dubbi esistenziali dell’autore siciliano.
Si prosegue, quindi, con Cognate – Cena di famiglia (30 gennaio 2019), un’irresistibile commedia contemporanea che rivela, con ironia e leggerezza, le diversità dell’animo umano. Protagoniste Anna Valle, Guenda Goria, Anna Zago.
A febbraio sarà la volta di Casalinghi Disperati (12 febbraio 2019), una commedia frizzante e coinvolgente con Nicola Pistoia, Gianni Ferreri, Max Pisu, Danilo Brugia che racconta con sguardo attento e sensibile una realtà sociale sempre più attuale: ma gli uomini senza le donne riescono a cavarsela veramente?
Chiude la rassegna Maria Amelia Monti, attrice brillante e con una carica esplosiva di simpatia, che porta per la prima volta in palcoscenico la famosa detective nata dalla penna di Agatha Christie. Miss Marple, giochi di prestigio (10 marzo 2019), reduce da un tour fortunatissimo con numerosi sold out, sottolinea con ironia e leggerezza le ridicole passioni da cui nessuno è immune, restituendoci con sfrontata franchezza la natura umana per quella che è, senza lasciarsi abbindolare dalle maschere che quotidianamente indossiamo per celarla agli occhi degli altri.

Print Friendly, PDF & Email

Comments

comments