Loreto. La spiritualità familiare primo tema del progetto “Casa di Maria, casa di ogni famiglia”

Mons. Franco Giulio Brambilla, Vescovo di Novara e vice presidente della Conferenza Episcopale Italiana, ha aperto il Seminario su "Il significato della Santa Casa per la famiglia e il mistero dell'incarnazione"

bdr

Si è svolto sabato e domenica il Seminario teologico-pastorale di spiritualità familiare voluto dall’Arcivescovo Delegato Pontificio, Mons. Fabio Dal Cin, come primo appuntamento del progetto di spiritualità familiare “Casa di Maria, casa di ogni famiglia”. Coordinato da don Bernardino Giordano, ha visto la partecipazione di famiglie provenienti da tutta Italia, per un totale di oltre 150 persone. Introduttivo e insieme centrale è stato l’intervento di Mons. Franco Giulio Brambilla, Vescovo di Novara e vice presidente della Conferenza Episcopale Italiana, che ha aperto il Seminario sabato, su “Il significato della Santa Casa per la famiglia e il mistero dell’incarnazione”.

“Ho davanti a me e propongo a voi”, ha detto introducendo Mons. Brambilla, “uno stupendo trittico che raffigura al centro il mistero dell’incarnazione e sulle tavole laterali, a sinistra, l’immagine della Santa Casa e, a destra, la vita delle famiglie di oggi. L’incarnazione non è solo il Natale, ma è la generazione del Verbo nel grembo della famiglia di Nazareth, nella Santa Casa che qui a Loreto ha una figura esemplare, alla quale sono chiamate le nostre famiglie per ripartire da qui rinnovate.” La riflessione di Mons. Brambilla si è poi concentrata sul “senso della casa nell’esperienza umana, per lasciarla illuminare dal «segreto di Nazareth» e sentire il profumo che si diffonde in essa per le famiglie”. E dell’esperienza umana ha rimarcato il senso della “casa appartamento” in quanto “spazio privato”, della “casa natale” in quanto “grande culla”, della “casa paesaggio” in quanto “rete degli affetti” e infine “casa universo”, perché intesa come “finestra sul mondo”.

Nella mattinata di ieri, prima della S. Messa, è seguita la testimonianza dei coniugi Davide e Nicoletta Oreglia, responsabili della Pastorale Familiare della diocesi di Mondovì incentrata sul tema “Come gli sposi attualizzano nella loro quotidianità il mistero dell’incarnazione”.

Print Friendly, PDF & Email

Comments

comments