Macerata. Scuola: l’Iis “Matteo Ricci” guarda a Oriente

Le professoresse Claudia Lombardelli e Sanchez Marina Peral si sono recate unitamente alla delegazione di altri istituti della provincia e dell’amministrazione comunale, con il Vicesindaco Stefania Monteverde, in visita a Taicang dal 17 al 23 settembre, in un positivo ed accogliente confronto con docenti del luogo, preludio di un prossimo gemellaggio che vedrà protagonisti le Istituzioni e gli studenti stessi

Guarda a Oriente l’Istituto di Istruzione Superiore “Matteo Ricci” di Macerata e non potrebbe essere altrimenti per una Scuola intitolata a Li Madou che, sotto l’attenta dirigenza di Rita Emiliozzi, investe risorse umane e strumentali atte a far conseguire alle sue studentesse e ai suoi studenti competenze imprescindibili in ambito culturale e professionale, nonché personale, pratico e civile. Nella nostra società della conoscenza, fortemente globalizzata, impensabile ignorare le possibilità offerte fuori dai confini europei, ed è per Taicang che il “Ricci” – grazie all’occasione fornita dal Comune di Macerata e dall’Associazione ViaSoccer di Dario Marcolini – sta elaborando proposte di alto livello coniugando l’incoming ad una raffinata operazione di marketing turistico.

Le professoresse Claudia Lombardelli e Sanchez Marina Peral si sono recate unitamente alla delegazione di altri istituti della provincia e dell’amministrazione comunale, con il Vicesindaco Stefania Monteverde, in visita a Taicang dal 17 al 23 settembre, in un positivo ed accogliente confronto con docenti del luogo, preludio di un prossimo gemellaggio che vedrà protagonisti le Istituzioni e gli studenti stessi.

Alcuni ragazze e ragazzi infatti, nel mese di aprile, voleranno alla volta della città orientale per illustrare i loro progetti ed esperire in prima persona la cultura, il modus operandi, le consuetudini e i costumi: un’opportunità preziosa per aprire ad un vero e vissuto multiculturalismo.

Print Friendly, PDF & Email

Comments

comments