Tolentino. Agricoltura in festa: dal 5 al 7 ottobre la Festa nazionale di Copagri

All'iniziativa saranno presenti le delegazioni delle federazioni da tutta Italia. “Agricoltura in festa” si articolerà in una serie di interessanti iniziative, quali tavole rotonde, approfondimenti, laboratori del gusto e artigianali, concerti musicali, mostre-mercato, degustazioni enogastronomiche ed esibizioni folkloristiche

Tutto è pronto per il taglio del nastro della settima edizione di “Agricoltura In Festa”, Festa nazionale di Copagri. La Confederazione produttori agricoli ha scelto, per essere il più vicino possibile alle zone che soffrono per il sisma del 2016, ancora la regione Marche, in particolare la provincia di Macerata e quindi Tolentino che nell’ambito del cratere è la città più grande. All’iniziativa saranno presenti le delegazioni delle federazioni da tutta Italia. “Agricoltura in festa” si articolerà in una serie di interessanti iniziative, quali tavole rotonde, approfondimenti, laboratori del gusto e artigianali, concerti musicali, mostre-mercato, degustazioni enogastronomiche ed esibizioni folkloristiche. La manifestazione si terrà il 5, 6 e 7 ottobre prossimi. E tante saranno le novità di quest’anno. L’evento, a cura della Copagri, si aprirà con un convegno il 5 ottobre, alle 16, al Castello della Rancia, su “Agricoltura 4.0 – Blockchain ed analisi isotopica – La nuova frontiera per la tracciabilità dei prodotti made in Italy”.

All’incontro interverranno Sabrina Poggi del Ceo del Circuito di credito regionale Marchex, Roberto Gunnella docente all’Unicam Scuola di scienze e tecnologia del dipartimento di Fisica, Fabio Fabiani del Ceo di Eggchain software house. L’incontro sarà coordinato da Andrea Passacantando, presidente di Copagri Macerata. Seguirà il 6 ottobre un secondo convegno, sempre al Castello della Rancia con inizio alle 9.30 che si aprirà con un concerto di pianoforte a quattro mani del duo Romanelli Allevi. Una tavola rotonda introdotta da parte di Giovanni Bernardini, presidente di Copagri Marche, dal tema “Agricoltura e turismo enogastronomico per la rinascita del territorio” che vedrà la partecipazione della vicepresidente della Giunta della Regione Marche Anna Casini; di Alessio Cavicchi, docente dell’Università di Macerata; del presidente nazionale della Copagri Franco Verrascina. L’incontro sarà moderato dal vicedirettore del Tg5 Giuseppe De Filippi.

Successivamente alle 13.30 ci sarà il taglio del nastro all’area mercato delle aziende agricole di Abbadia di Fiastra di Tolentino ed Urbisaglia che aprirà i battenti alle 9 del 6 ottobre. La festa, che così continuerà per tutta la giornata del 6 e del 7 ottobre all’Abbadia di Fiastra, propone seminari, degustazioni guidate, momenti eno-gastronomici, spettacoli, laboratori della tradizione, mostra mercato di prodotti tipici. Tanti gli eventi e gli approfondimenti dalle blockchain, alla sicurezza alimentare, dalle piante officinali fino ad arrivare ad approfondimenti con nutrizionisti.

L’undicesima edizione della “Mostra mercato prodotti agricoli e artigianali del territorio”, che si terrà il sabato e la domenica dalle 10 alle 19, ospiterà oltre 50 espositori ed ovviamente alcuni dei quali di Birra agricola. Ci saranno anche dei momenti dedicati all’intrattenimento come il concerto degli Starfield Connection alle 17.30 del 6 ottobre, fino ad arrivare al gruppo folkloristico de Li Pistacoppi dalle 10 ed alle 15 del 6 ottobre ed allo spettacolo della Riccardo Foresi & That’s Amore Swing Orchestra, in programma alle 17 del 7 ottobre. In questa edizione, inoltre, un grande spazio sarà dedicato ai più piccini con gonfiabili e con animali per consentire loro di passare un week end a contatto con la natura senza rinunciare al divertimento.

“Le Marche – ha detto in conferenza stampa Franco Verrascina – sono tra le regioni più belle d’Italia, i suoi paesaggi, la sua agricoltura, i suoi prodotti, purtroppo il sisma del 2016 ha inferto una grande ferita, che può essere guarita non dimenticando, ma cercando di superare le difficoltà. E l’agricoltura, i suoi prodotti con il turismo enogastronomico possono essere un volano per un recupero di un ruolo importante nel panorama nazionale ed internazionale”. Alla presentazione dell’evento era presente anche Giovanni Bernardini, presidente di Copagri Marche.

“A due anni dal sisma – ha aggiunto – siamo tornati in un’area fortemente ferita nel 2016. Non c’è da essere felici se ancora oggi queste zone sono in forte difficoltà a riportare visitatori e turisti, che sono alla base per una ripartenza economica di un territorio. L’Abbadia di Fiastra emblema di questo territorio è oggi per la maggior parte inagibile, ciò nonostante siamo tornati in questo luogo anche con strutture temporanee per dare un segnale e per aiutare i cittadini a capire che si può comunque fruire di questi meravigliosi posti”. Ha preso parte alla conferenza stampa anche Andrea Passacantando, presidente di Copagri Macerata. “Cercheremo di rendere protagonista l’agricoltura in questi tre giorni – ha concluso – sempre più volano per lo sviluppo del territorio. Una vetrina importante per le nostre aziende agricole volenterose di mettersi in mostra. Un grazie anche a tutte le istituzioni che ci hanno aiutato per la realizzazione dell’evento”. Sarà possibile seguire l’evento sui canali social della Copagri Nazionale e Marche e di Agricoltura In Festa, attraverso l’hashtag #AgricolturaInfesta. Il programma completo dei lavori è consultabile su facebook alla pagina Copagri Marche o Agricoltura In festa.

Print Friendly, PDF & Email

Comments

comments