Droga e legalità: 19-20 ottobre appuntamento con don Luigi Merola a Macerata e Civitanova

Si comincia a Macerata venerdì 19 alle 11, con un incontro a scuola con i ragazzi dell’Istituto Superiore “Matteo Ricci”

Dalla sinergia di più associazioni contro la droga e per la Legalità nasce un’iniziativa di grande importanza, perchè di fronte a questa piaga che non accenna a migliorare non si può restare a guardare. Associazione Onlus Insieme in Sicurezza, Con Nicola oltre il deserto di indifferenza, La Rondinella, Aps Sentinelle del Mattino, CitaNO alla droga e Veder Crescere con il dialogo porteranno a Macerata e Civitanova Marche nei giorni 19 e 20 ottobre: don Luigi Merola da sempre in prima linea contro la droga e la criminalità organizzata che specialmente sulla droga costruisce i suoi immensi profitti illeciti, ha creato la fondazione “’A voce d’e Creature”, nel quartiere Arenaccia di Napoli, con lo scopo sociale di recuperare i minori a rischio attraverso laboratori ludico-creativi. Da anni tutte le settimane gira per l’Italia partecipando ad iniziative e dibattiti con i cittadini e con gli studenti delle scuole di ogni ordine e grado.

Si comincia a Macerata venerdì 19 alle 11, con un incontro a scuola con i ragazzi dell’Istituto Superiore “Matteo Ricci”. Poi nel pomeriggio, alle ore 18 presso l’auditorium del’ITC, in via Cioci, ci sarà un incontro-dibattito con i cittadini, rivolto soprattutto ai genitori e a tutti coloro che, in ambiti diversi, svolgono il difficile ruolo dell’educatore e vogliono conoscere più approfonditamente una materia, quella della droga e della sua crescente diffusione, di cui si parla sempre troppo poco. Sabato mattina alle 11, invece, il dibattito avrà luogo a Civitanova Marche, ancora a scuola, questa volta con gli studenti del Liceo Scientifico “Leonardo da Vinci”.

Don Luigi Merola, personaggio vulcanico ed estroverso, è un grande comunicatore, riesce a creare empatia e grande partecipazione con chiunque lo ascolti mentre snocciola uno dopo l’altro ragionamenti complessi ed importanti, rendendoli semplici e alla portata di tutti. Sarà importante, quindi, ascoltare la sua voce.

Print Friendly, PDF & Email

Comments

comments