“Continuiamo la passeggiata? La magia è appena cominciata”, scriveva Gianni Rodari nella filastrocca “Il mago di Natale” recitata in uno speciale adattamento “maceratese” da Piero Piccioni. Atmosfera natalizia con un pizzico di magia per la festa di compleanno della Società Filamornico-Drammatica che sabato ha festeggiato i suoi 210 anni in una serata resa particolarmente coinvolgente anche grazie alla musica del duo Tête à Tête e al ballo dei fantastici maestri dell’Accademia di tango di Macerata. “Era il 12 dicembre del 1808 quando il podestà firmò il decreto che sanciva la nascita di questo centro improntato ai valori della libertà e dell’autonomia”, ha ricordato il presidente della Filarmonica Enrico Ruffini davanti ad oltre cento fra soci e ospiti nello splendido teatro di Palazzo Bourbon Del Monte.

“E se nella tradizione c’è l’innovazione”, ha proseguito, “festeggiamo oggi, a due anni dall’insediamento di questo direttivo, con cinquanta nuovi soci che hanno scelto di far parte del nostro sodalizio. Segno che la scelta di aprirsi alla città è quella giusta”. Un altro segnale importante viene dalla vicinanza alle attività della SFD da parte di realtà private del territorio: come nel caso della rassegna di Cabaret che parte il 13 gennaio prossimo e che sarà offerta alla cittadinanza grazie al sostegno di Banca Mediolanum e Giovanni Salvucci e di Tecnostampa e Giuseppe Casali.

 

L’augurio è che la Filarmonica continui ad essere motore per Macerata e la sua provincia: “Quando da ragazze si veniva in città dai paesi limitrofi, la Filarmonica era riferimento vero per una società che ha fatto grande un territorio”, ha sottolineato la consigliera delegata alla cultura Gabriela Lampa, che ha aggiunto: “In un periodo in cui la storia ci supera, con vicende che noi ci troviamo a vivere nella quotidianità ma che verranno studiate a scuola dalle generazioni future, l’invito è tornare a riflettere per avere la capacità di creare una vita serena e autenticamente disposta verso gli altri”.

La serata ha visto la partecipazione delle istituzioni cittadine con il vice sindaco Stefania Monteverde e l’assessore allo sport Alferio Canesin, Rosaria del Balzo Ruiti presidente del comitato maceratese della CRI e presidente della Fondazione CaRiMa, Angiola Maria Napolioni dell’Accademia dei Catenati e Michele Spagnuolo ideatore e organizzatore di Overtime Festival.

Print Friendly, PDF & Email

Comments

comments