Proprio così: duecento anni e non mostrarli! Il famoso canto di Natale conosciuto in Italia con il titolo di “Astro del ciel” e nei paesi anglosassoni con “Silent Night”, fu composto il 24 dicembre 1818 dal musicista austriaco Franz Xaver Gruber (Unterweitzberg, 27 novembre 1787 – Hallein, 7 giugno 1863) su testo del prete salisburghese Joseph Mohr (Salisburgo, 11 dicembre 1792 – Wagrain, 4 dicembre 1848) che lo aveva redatto due anni prima.

Il titolo effettivo “Stille Nacht! Heilige Nacht!” è preso dal primo verso della canzone in tedesco. Impressionante la diffusione che ha avuto in tutto il mondo con la traduzione in centinaia di lingue per non contare gli arrangiamenti, le elaborazioni vocali, strumentali, corali…

Una testimonianza raccolta dal reverendo Joseph Mohr racconta che nel Natale del 1816 il suo testo poetico fu solamente letto nella chiesa parrocchiale di Mariapfarr. Due anni dopo quel testo diventò anche melodia grazie all’opera dell’organista della parrocchia di San Nicola in Oberndorf, Franx Xaver Gruber. Padre Mohr era stato trasferito l’anno prima nella parrocchia di Oberndorf per svolgere l’incarico pastorale di viceparroco.

Nella “Authentischen Veranlassung” si legge: «Era il 24 dicembre del 1818, quando l’allora aiuto prete Signor Josef Mohr presso la neo edificata parrocchia San Nicola in Oberndorf lesse una poesia all’organista Franz Gruber (al tempo anche insegnante ad Arnsdorf), nel tentativo di scrivere con lui una melodia appropriata per due voci soliste con coro e un accompagnamento di chitarra». Il brano fu eseguito durante la Messa di mezzanotte con gli stessi autori artefici della prima esecuzione: Padre Mohr suonò la chitarra e cantò la melodia con la sua voce da tenore, mentre Franz Xaver Gruber eseguì la seconda voce del basso. La tradizione racconta che il ricorso all’uso della chitarra, come strumento musicale per accompagnare il canto natalizio, fosse stato obbligato dall’inutilizzabilità temporanea dell’organo a canne della parrocchia a causa dei danni provocati alle pelli dei mantici rosicchiate dai topi.

Karl Mauracher (1789-1844), organaro che operava nella Zillertal tirolese, intervenne sull’organo a canne della chiesa di San Nicola di Oderndorf per la riparazione e rimase colpito dalla semplice bellezza del canto, tanto che chiese ed ottenne una copia dello spartito e lo diffuse in tutto il Tirolo e da lì in tutta Europa e oltre i confini del vecchio continente.

Esiste persino il Museo “Stille Nacht” che ha sede nella casa di Franz Xaver Gruber ad Hallein, comune a sud di Salisburgo: oltre alle partiture originali è in mostra la chitarra con la quale Joseph Mohr accompagnò per la prima volta “Stille Nacht! Heilige Nacht!”.

La partitura originale è disponibile gratuitamente al seguente link

Come è facile comprendere sia dall’ascolto che dalla partitura, l’originale non prevede la ripetizione dell’ultimo verso.

Di seguito il testo originale in tedesco e la sua traduzione letterale a cura di Giorgio Roggero

1. Stille Nacht! Heilige Nacht!
Alles schläft; einsam wacht
Nur das traute hochheilige Paar.
Holder Knabe im lockigen Haar,
Schlafe in himmlischer Ruh!

2. Stille Nacht! Heilige Nacht!
Gottes Sohn! O wie lacht
Lieb´ aus deinem göttlichen Mund,
Da schlägt uns die rettende Stund´.
Jesus in deiner Geburt!

3. Stille Nacht! Heilige Nacht!
Die der Welt Heil gebracht,
Aus des Himmels goldenen Höhn
Uns der Gnaden Fülle läßt seh´n
Jesum in Menschengestalt.

4. Stille Nacht! Heilige Nacht!
Wo sich heut alle Macht
Väterlicher Liebe ergoß
Und als Bruder huldvoll umschloß
Jesus die Völker der Welt.

5. Stille Nacht! Heilige Nacht!
Lange schon uns bedacht,
Als der Herr vom Grimme befreit,
In der Väter urgrauer Zeit
Aller Welt Schonung verhieß.

6. Stille Nacht! Heilige Nacht!
Hirten erst kundgemacht
Durch der Engel Hallelujah,
Tönt es laut von Ferne und Nah:
Jesus der Retter ist da!

 

1. Notte silenziosa! Notte santa!
Tutto dorme; solitaria veglia
solo l’intima, santissima coppia.
Grazioso bimbo dai capelli ricci,
dormi in pace celeste!

2. Notte silenziosa! Notte santa!
Figlio di Dio! Oh come ride
l’amore dalla tua bocca divina,
Ora scocca per noi l’ora della salvezza.
Gesù nella tua nascita!

3. Notte silenziosa! Notte santa!
Che porta al mondo la salvezza,
dalle altezze dorate del cielo
e ci fa vedere la pienezza della grazia
Gesù in forma d’uomo.

4. Notte silenziosa! Notte santa!
In cui oggi tutta la potenza
dell’amore del Padre si è riversata,
e come un fratello benevolo,
Gesù ha abbracciato i popoli del mondo.

5. Notte silenziosa! Notte santa!
Da tempo pensava a noi
il Signore quando, libero dall’ira,
nell’antichissimo tempo dei padri
prometteva perdono a tutto il mondo.

6. Notte silenziosa! Notte santa!
Annunciata ai pastori per primi
dall’Alleluia degli angeli
che risuona forte vicino e lontano:
Gesù il Salvatore è qui!

Print Friendly, PDF & Email

Comments

comments