Una serata molto speciale si è svolta alla Cooperativa Sociale Pars Onlus di Corridonia. La Pars ha ospitato 15 campioni sportivi e 9 persone dello staff Lube Volley Civitanova, l’amministratore unico Gruppo Lube Fabio Giulianelli, il Dirigente sportivo Giuseppe Cormio e l’allenatore Ferdinando De Giorgi, per condividere insieme momenti di dialogo e testimonianze sul valore educativo della comunità che opera da oltre 25 anni nel nostro territorio, valore che ha molto in comune con il ruolo formativo sportivo che mette al centro il rispetto delle regole, l’etica e la lealtà.
Più di 180 persone presenti alla cena iniziata con una riflessione di José Berdini, responsabile della Comunità, che ha sottolineato l’antica amicizia che lega Pars alla Lube.
“L’impressione che abbiamo è che la vita di comunità e il tentativo di “salvare “ delle vite perdute nelle droghe o nell’abbandono e ciò che noi definiamo con la parola comunità assomiglia molto alla esperienza che vediamo nella squadra Lube Volley – ha detto Berdini -. L’ordine, il rispetto, l’essere uniti per un unico scopo comune, l’appartenenza, sono temi che accumunano chi ha a cuore il destino della persona e del popolo”. E’ seguito l’intervento dell’allenatore Lube De Giorgi.
“Il gioco della Pallavolo ( dove si vince o si perde, non vi è pareggio) obbliga tutti al rispetto dell’avversario, costringendo tutti, giocatori e allenatore, a dare il meglio di sé – ha detto Ferdinando De Giorgi -. Alla fine di ogni partita bisogna riflettere su ciò che ha unito o disunito la squadra. “La nostra esperienza è importante come quella della Comunità quanto più si impegna e accetta il sacrificio, tanto più cresce. E’ questo che rende Pars e Lube “amiche “ delle persone e tra le persone”.
Poi è intervenuto Giulianelli nel raccontare la propria esperienza di imprenditore si è soffermato sulla necessità di accettare come condizione prima del vivere il sacrificio.
“Non serve chi ti dà una pacca sulle spalle dicendoti “coraggio “, ma chi nell’errore ti corregge e ti rilancia nel lavoro duro che da linfa e vigore all’esistenza di tutti, quanto di coloro che vivono in Comunità come di chi gioca in Lube o in un’azienda. Il percorso diventa più vero quando Gesù diviene parte centrale nella nostra vita” ha dichiarato Giulianelli.
All’interno della serata, Pars ha presentato tre testimoni, tre esempi di vita vissuta in comunità che hanno sottolineato il valore della vita proposta e della libertà fulcro essenziale del percorso all’interno della nostra realtà e ha risvegliato la voglia di vivere, contrapposto al disordine che le droghe o il disordine portano inevitabilmente. Tutto ciò unito alla musica, ai canti, allo stare insieme, alla cena preparata dagli operatori e i ragazzi, ha suscitato nei giovani ospiti, nelle famiglie presenti, nei giocatori e dirigenti Lube una commozione operosa. Dopo la cena i giocatori hanno regalato una maglia firmata e un gagliardetto a José Berdini. La serata si è conclusa con una grande tombolata, organizzata da Luca Doria (coordinatore delle comunità per minori) e i ragazzi della comunità, un gioco natalizio per sottolineare ancora una volta il valore dello stare insieme.

Print Friendly, PDF & Email

Comments

comments