di Giovanna Pasqualin traversa

“I bonus non bastano. Le famiglie chiedono riforme strutturali”. Non usa giri di parole il presidente nazionale del Forum delle associazioni familiari Gigi De Palo, al quale abbiamo chiesto di fare il punto sulle misure a sostegno di maternità e famiglia contenute nella Legge di bilancio 2019 varata a fine dicembre dal Parlamento.

“In una manovra di 31 miliardi di euro, alla famiglia viene destinato solo mezzo miliardo, meno di un sessantesimo”,

premette. “Alcune misure sono state confermate – spiega -; ci sono state alcune migliorie e un cambiamento di linguaggio. Finalmente si parla di natalità in modo chiaro ma

è mancato il coraggio di fare riforme strutturali.

Purtroppo si continua a perpetrare la logica del bonus con la quale non si va da nessuna parte”. Di fronte all’allarme natalità “lanciato dall’Istat, secondo il quale nel nostro Paese gli ottantenni superano i neonati, con le gravi conseguenze che ne deriveranno nel breve periodo” – avverte -,

“in Italia mettere al mondo un figlio rimane una delle prime cause di povertà”

mentre “per non essere licenziate molte donne sono ancora costrette a nascondere il pancione”. Facendo un confronto con l’andamento delle nascite degli anni precedenti, il presidente del Forum ne evidenzia il progressivo calo, a dimostrazione che

“i bonus si sono dimostrati inefficaci per far ripartire la natalità”.

Inoltre, aggiunge, “sono difficili da esigere per la complessità delle procedure richieste, tanto che molti vi rinunciano. Alla famiglia bisogna semplificare la vita, non complicarla”.

Print Friendly, PDF & Email

Comments

comments