Quel bisogno di riscoprire la fede nella fiducia

Il commento all'articolo di Enzo Bianchi su La Stampa del 2 aprile

Foto tratta dall'archivio del monastero di Bose

La società attuale sembra sempre più bisognosa di ritrovare una sua spiritualità. Alcuni la cercano nella religione, altri nella filosofia oppure nelle diverse forme offerte dalla cultura. In tal senso, La Stampa del 2 aprile offre un interessante spunto a firma di Enzo Bianchi: “Perché dobbiamo riscoprire la fede nella fiducia”. Nato a Castel Boglione in Monferrato il 3 marzo 1943, dopo gli studi alla Facoltà di Economia e Commercio dell’Università di Torino, alla fine del 1965 Bianchi si è recato a Bose, una frazione abbandonata del Comune di Magnano sulla Serra di Ivrea, con l’intenzione di dare inizio a una comunità monastica. Ne è nato, appunto, il monastero di Bose (www.monasterodibose.it), luogo di incontro e di dialogo. «Non abbiamo bisogno di sondaggi – scrive lo stesso Bianchi – per constatare come uno dei cambiamenti più significativi sopraggiunti nella società, e non soltanto in quella italiana, in questi ultimi decenni sia il venir meno della fiducia».

Ascolta il commento completo:

Print Friendly, PDF & Email

Comments

comments