“Donaction”: una ricerca sui processi comunicativi del dono

Il volume è stato curato dai ricercatori Alessandro Fiori e Francesco Sacchetti

Gli assessori Bravi e Sciapichetti durante la presentazione del volume

“Donaction, ricerca-azione sul mondo della donazione e i suoi processi comunicativi”. Questo il titolo del libro presentato oggi, lunedì 4 aprile, alla presenza degli assessori regionali Loretta Bravi e Angelo Sciapichetti. Il volume riassume la campagna di sensibilizzazione nelle Istituzioni scolastiche verso le donazioni volontarie di sangue, organi, tessuti e midollo osseo, realizzata dalla Regione Marche insieme alle Associazioni di volontariato e all’Ufficio scolastico regionale a partire dal 2012.

«Il tema del dono e della donazione – ha osservato l’assessore Bravi – non va banalizzato o ridotto nel suo significato profondo: la vita è dono, non è possesso di sé. L’esperienza di una madre che ha perduto una figlia in un incidente stradale ha definito correttamente la questione: la prima reazione è stata quella di un “no” all’espianto degli organi, perché la vita resta misteriosa e il corpo il tempio dell’anima. Poi è subentrato un “sì” per una rete di affetto e amore consapevole, che ha visto in mia figlia un dono da donare ad altri affinché avessero la vita».

«Donaction – ha detto invece Sciapichetti – rappresenta un’iniziativa molto significativa per diffondere la cultura della solidarietà e del donatore, soprattutto tra le giovani generazioni. È anche un esempio di utile ed efficace collaborazione istituzionale, che valorizza la sussidiarietà orizzontale e l’apporto del terzo settore, ossia del mondo del volontariato».

Il volume è stato curato dai ricercatori Alessandro Fiori e Francesco Sacchetti e indaga l’immaginario giovanile rispetto alla donazione e alla figura del donatore, prerequisito conoscitivo fondamentale per essere in grado di attivare un reale cambiamento culturale con effetti di lungo periodo. Il testo individua le pratiche centrali nell’esperienza di chi è già donatore e iscritto ad associazioni di volontariato, con lo scopo di comprendere quali siano le nuove sfide organizzative che aspettano il mondo dell’associazionismo contemporaneo.

Print Friendly, PDF & Email

Comments

comments