Una serata di musica e atmosfere da autentico club milanese è quella che si aprirà giovedì sera al ristorante Il Pozzo, storico ritrovo maceratese del jazz che ha visto negli anni esibirsi i più grandi musicisti della musica regina dell’improvvisazione, da Chet Baker a, recentemente, Fabrizio Bosso.

 
Giovedì 14 aprile, dalle 21 fino a notte fonda, con «Jazz, funk&latin rhythms» protagonista sarà Mistura Pura, dj e produttrice conosciuta nella scena clubbing nazionale e internazionale.

Dal jazz al funk, passando per l’afro-americana e la bossanova, tutto rigorosamente su vinile, Mistura Pura, alias Federica Grappasonni, classe 1973, natali camerti e vita professionale internazionale, arriva a Macerata per quella che è una esibizione all’alba del disco che l’artista pubblicherà a maggio con l’etichetta discografica californiana Ubiquity Records.

Mistura Pura
Federica Grappasonni, in arte Mistura Pura

Una carriera lunga e ricca di riconoscimenti e sperimentazioni quella di Mistura Pura, che dalla seconda metà degli anni Novanta ad oggi ha alternato a ruoli di primo piano come resident dj in prestigiosi club milanesi, attività di direzione artistico-creativa e collaborazioni di rilievo che le hanno valso l’attenzione della stampa nazionale. Solo per citarne alcuni, nel solo 2004 è a Cannes in qualità di dj ufficiale dei 50 anni della Rai, collabora con il produttore Sergio Bardotti per il brano «E Preciso Perdoar» interpretato da Ornella Vanoni e Gino Paoli nell’album «Ti Ricordi? No, non mi ricordo» e ad agosto vola in Sardegna per partecipare come unica dj della manifestazione al festival «Time in jazz» del trombettista Paolo Fresu.

Nella sua attività artistica non manca l’impegno in iniziative per la sensibilizzazione sociale come, tra le tante, la serata «Homeless» a Milano dedicata ai senzatetto o ancora la performance in Piazza Duomo a Milano davanti a duecentomila persone per affiancare Lella Costa, Dario Fò, Franca Rame, Ottavia Piccolo e tanti altri intellettuali confluiti nel movimento «Usciamo Dal Silenzio», in difesa della libertà femminile.

Degno di nota è sicuramente il progetto come art director del documentario musicale in esclusiva mondiale, della nave Pacific Princess, meglio nota come la Love Boat della fortunata serie tv. Il video «Angels on a Cruise» e il progetto finiscono sulle pagine di Repubblica e sbarcano anche oltreoceano. Per Macerata, dunque, sarà una serata dalle note internazionali senz’altro da sperimentare.

Print Friendly, PDF & Email

Comments

comments