È in programma per sabato 16 aprile il concerto dedicato a «Le quattro stagioni» di Antonio Vivaldi dell’Orchestra da Camera Sinfonietta Gigli. Unitamente promossa dalla Civica Scuola di musica «Beniamino Gigli» e dall’assessorato alle Culture del Comune di Recanati l’esibizione – ad ingresso libero – si svolgerà alle 21.15 nella cattedrale di San Flaviano.

Il Maestro Luca Mengoni
Il Maestro Luca Mengoni

L’Orchestra da Camera Sinfonietta Gigli nasce nel 2005 all’interno della locale Scuola di musica «Gigli» con l’obiettivo di creare un punto di incontro fra attività didattica e attività concertistica, dando così spazio e risalto a giovani studenti. Composta principalmente da un gruppo stabile di giovani violinisti formatisi sotto la guida del Maestro Luca Mengoni, attuale direttore, la Sinfonietta si avvale anche della collaborazione di Maestri esterni. L’attività dell’Orchestra è stata caratterizzata sin da subito da un susseguirsi di importanti appuntamenti presso istituzioni locali e da collaborazioni significative con artisti affermati.

Va menzionato, in particolare, l’incontro con Tonino Tesei all’interno del progetto «Itinerari d’ascolto» e la collaborazione nelle edizioni 2007 e 2008 di «Terra di Teatri Festival», promosse dalla provincia di Macerata, che ha portato l’orchestra giovanile ad esibirsi nei pi_ importanti teatri del territorio maceratese, riscuotendo, tra gli altri, il plauso di Pier Luigi Pizzi, regista, scenografo e direttore artistico dello Sferisterio Opera Festival. La Sinfonietta è stata inoltre invitata a partecipare alle più importanti manifestazioni in onore del grande tenore recanatese Beniamino Gigli, alla cui memoria ha dedicato il proprio nome. Ooccasioni che hanno portato l’orchestra ad affiancare cantanti lirici di spicco, quali Andrea Bocelli, Franco Vassallo, Carlos Ventre, Leo Nucci, Nazzareno Antinori.

Vale la pena inoltre ricordare che l’Orchestra vanta un vasto repertorio che spazia dal barocco al contemporaneo, e che comprende tanto importanti pagine originali per questo tipo di organico, quanto trascrizioni appositamente adattate dal Maestro Mengoni. Nel novembre 2014 la Sinfonietta Gigli è stata invitata ad aprire la Giornata dei Giovani Marchigiani, evento promosso dall’assessorato alle Politiche Giovanili della Regione Marche, e ha tenuto concerti con solisti di notevole livello come Gianluca Luisi, Ottavia Maria Maceratini, Ilaria Baleani, Luigi Borzillo, Emanuele Bizzarri, Umberto Jacopo Laureti, il sassofonista Federico Mondelci e il fisarmonicista Cristian Riganelli.

(foto Carlo Natali)
(foto Carlo Natali)

Ad interpretare la parte di elevato virtuosismo del violino solista sarà Luca Marziali diplomato nel 1986 con il massimo dei voti e lode presso il Conservatorio di musica «G. Rossini» di Pesaro e perfezionatosi successivamente con i maestri Pasquier, Ricci, Amoyale Stefanato alla Scuola di «Alto Perfezionamento Musicale» di Saluzzo. Marziali è stato inoltre allievo dei Maestri Masi e Rossi all’Accademia «Incontri con il Maestro» di Imola. Vincitore di numerosi concorsi, svolge intensa attività concertistica ed è frequente ospite delle più prestigiose istituzioni orchestrali italiane.

Come noto, Vivaldi, nato a Venezia nel 1678, apprende l’arte da suo padre violinista alla cappella di San Marco. Fu ben presto ordinato sacerdote: un servizio che, però, non esercitò praticamente mai. La sua fama di musicista si diffuse rapidamente in tutte le città d’Europa: virtuoso del violino, seppe incantare il pubblico con estro e maestria. «Le quattro stagioni», date alle stampe ad Amsterdam nel 1725 ma composte precedentemente, fanno parte del ciclo «Il cimento dell’armonia e dell’invenzione». I quattro concerti del “cimento” sono tutti di tipo solistico, e ciascuno si divide in tre movimenti: due a tempo veloce divisi da uno lento. Essi costituiscono uno dei primissimi esempi di musica descrittiva che percorre, passo dopo passo, i singoli eventi annunciati dal sonetto. Ogni concerto trae spunto da un sonetto il cui autore potrebbe essere stato lo stesso Vivaldi.

LocSinfoniettaGigli

Print Friendly, PDF & Email

Comments

comments