«Voi non andate a Lourdes per fare turismo. Giungete a Lourdes per fare servizio». Saluta con queste parole i giovani del gruppo Unitalsi di Treia il vescovo di Macerata Nazzareno Marconi. Nell’accompagnare il “cammino” dell’immagine sacra della Madonna della Misericordia in partenza da Passo di Treia (la “Peregrinatio Mariae” toccherà ora il Comune di Pollenza, nell’Unità pastorale n. 7, leggi qui le tappe del cammino completo), sabato 16 aprile, mons. Marconi si è unito alla comunità ritrovatasi in serata per un conviviale di beneficenza. Un incontro promosso per raccogliere fondi in favore di quelle ragazze e di quei ragazzi che, in vista della prossima estate, sono in procinto di raggiungere la Francia.

10347478_10204562693610088_623694569642442339_n«Chi va a Lourdes per turismo vede un’altra città – ha aggiunto il Vescovo -, mentre chi è lì per accompagnare gli ammalati davvero riconosce in quel luogo il senso più profondo della preghiera». Il ringraziamento di mons. Marconi è la sintesi di quanto provato dai giovani che, stagione dopo stagione, si sono alternati nel loro servizio sui Pirenei. Emozioni raccolte in un video realizzato da uno dei volontari, Filippo Gigli, che ha consentito ai presenti di conoscere Lourdes attraverso gli occhi di chi ha sperimentato in prima persona il vero significato del “servizio”.

10408043_10204562707810443_1878064921659208043_nNel video, dal titolo emblematico “#noidopo”, Immagini e interviste si sono alternate senza retorica. Nulla è stato amplificato perché gli stessi giovani costituiscono in filtro prezioso della realtà di quei giorni vissuti con impegno (“quasi un lavoro”, ripetono) e dai quali non ci si vorrebbe staccare mai, nel loro modo di essere “stanchi ma felici”. Con loro, nell’ultimo viaggio svolto, anche don Gabriele Crucianelli, parroco della Cattedrale della Santissima Annunziata di Treia, accolto da don Ariel Veloz nel Salone della chiesa della Natività di Passo di Treia, dal responsabile dell’Oratorio, Marco Balestra, e dal promotore dell’iniziativa, il dottor Alberto Brambatti. Tra i presenti anche il sindaco Franco Capponi, membri della Giunta e del Consiglio comunale.

10401873_10204562712250554_4999366854838994018_n«La felicità di stare insieme a voi ragazzi – ha affermato don Gabriele nella video-intervista rilasciata ai giovani durante uno dei viaggio di ritorno – dona la capacità di affrontare qualsiasi stanchezza e ragala sorrisi di consolazione per gli ammalati». Il significato della “completezza” provata trapela dalle parole dei volontari. Questa ora si fa “attesa” nei preparativi della prossima partenza organizzata dall’Unitalsi.

Questi i nomi dei giovani protagonisti dell’esperienza di fede a Lourdes (ai quali si aggiunge quello del diacono Giacomo Pompei): Marta Marinozzi (alla quale vanno i ringraziamenti per la concessione delle foto), Deborah Mazzieri, Deborah Scarponi, Barbara Passeri, Anna Rossetti, Agnese Gigli e Luca Gigli.

10410561_10204562715210628_531302281064565384_n

Print Friendly, PDF & Email

Comments

comments