Su Rai 2 il secondo Certamen del Liceo classico di Macerata

La seconda edizione si è svolta nella Sala Castigioni della Biblioteca Mozzi-Borgetti in memoria del preside Febo Allevi e della giornalista Maria Grazia Capulli

Luigi Lacché

La Sala Castiglioni della Biblioteca Mozzi-Borgetti ha ospitato ieri, domenica 17 aprile, la cerimonia di premiazione del secondo Certamen di Lingua Latina indetto dal Liceo classico “Leopardi” di Macerata. Indetto in onore dell’illustre studioso e preside del Liceo cittadino Febo Allevi, l’evento è stata l’occasione per ricordare la giornalista marchigiana Maria Grazia Capulli, a cui è intitolato il premio della sezione juniores. A commemorare la giornalista è intervenuta la collega Silvia Vaccarezza, coautrice con la Capulli della rubrica di Rai Due “Tutto il bello che c’è”, che ha dedicato all’amica prematuramente scomparsa un commosso ricordo.

Progetto curato dalle professoresse Pistelli e Zega, oltre che patrocinato dalla Regione Marche, della Provincia, del Comune, dell’Università degli Studi di Macerata, dell’Aicca Associazione Italiana di Cultura Classica e dell’Associazione Amici del Classico di Macerata, il Certamen ha visto la partecipazione di studenti provenienti da tutta Italia, che si sono cimentati in una difficile prova di traduzione dal Latino per la categoria Seniores (alunni del IV e V anno) e nella produzione di un lavoro in forma multimediale su temi della civiltà romana (alunni del II anno).

Dopo il saluto della preside del Liceo classico, Annamaria Marcantonelli, sono intervenuti il sindaco Romano Carancini, il vicesindaco assessore alla Cultura Stefania Monteverde, il rettore dell’Università degli Studi di Macerata Luigi Lacché e il professor Sandro Baldoncini, docente dell’Università di Macerata. Quest’ultimo ha ricordato la figura dell’amato preside e docente universitario Febo Allevi, studioso di fama internazionale.

Dopo un doveroso grazie allo sponsor Paoloni, che ha reso possibile la manifestazione, la Commissione, presieduta dalla professoressa Maria Grazia Moroni, docente della Facoltà di Lettere di Macerata, e formata anche dalla professoressa di Latino e Greco del Liceo Leopardi Maria Assunta Cioci e dalla docente della Facoltà di Filosofia Arianna Fermani, ha premiato i vincitori.

De Carolis ed Evangelisti
De Carolis ed Evangelisti

Per la categoria Juniores: primo premio a “Strade romane in un clic” del Liceo “Petrarca” di Trieste, secondo posto ex aequo alla VB del Classico “Leopardi” di Macerata (gli alunni Ricciardi, Pallotto, Ulisse, Patrassi, Luciani, Angeloni, Torres, Branchesi, Fratini) con “Ultras versus Collegia” e a “Ius” del “Beccaria” di Milano; terzo posto al “Dettori” di Cagliari con un lavoro sulla Sardegna.

La VB giunta al secondo posto
La VB giunta al secondo posto

Nella categoria Seniores, al termine di una dura prova delle durata di cinque ore: al primo posto ex aequo Agnese De Carolis della V A del Classico “Leopardi” di Macerata (già vincitrice del Certamen di Ortezzano e finalista delle Olimpiadi di Cultura classica) e Riccardo Evangelisti del Classico “Stelluti” di Fabriano, seconda classificata Margherita Galli del “Dante” di Firenze, terza Gulsin Celik, ancora del “Leopardi” di Macerata.

Alla cerimonia e al Liceo classico cittadino sarà dedicata una puntata di “Tutto il bello che c’è” nel palinsesto di RaiDue in maggio.

Print Friendly, PDF & Email

Comments

comments