Sono tre gli appuntamenti annuali diocesani nei quali il vescovo incontra le famiglie della diocesi. In particolare domenica scorsa all’Aula sinodale della Domus San Giuliano monsignor Nazzareno Marconi ha offerto ai presenti una profonda e analitica riflessione sulla recentissima esortazione apostolica di papa Francesco “Amoris laetitia”. Ad ascoltarlo una platea composta da coppie di tutte le età desiderose di approfondire il senso della propria vocazione matrimoniale. Tra queste non poche sono quelle impegnate nell’aiutare la preparazione al sacramento di coppie giovani e alcune anche che offrono la loro disponibilità nell’accompagnamento di chi vive un’unione di fatto.

IMG_0651La donna della parabola che per recuperare la dracma smarrita dentro casa accende una lucerna e spazza l’abitazione finché non la trova (Lc 15,8-10), ispira l’introduzione agli argomenti più importanti trattati nell’esortazione di papa Francesco: «Dobbiamo lasciarci illuminare e raccogliere tutte le esperienze – dice Marconi -, la moneta che cerchiamo è il modo giusto di annunciare il Vangelo della famiglia. Riuscire a mettere in pratica l’esortazione apostolica potrebbe influire sul futuro della Chiesa».

Riguardo ai tantissimi commenti e alle svariate interpretazioni del testo del Papa e alle non poche distorsioni giornalistiche, responsabili di malcomprensione e confusione dell’opinione pubblica, il Vescovo sottolinea che «Il testo richiede un’impegnativa conversione pastorale. Alle sempre più frequenti crisi familiari il mondo risponde offrendo un divorzio sempre più breve. La Chiesa invece chiede da una parte di accelerare i tempi per riconoscere la verità del legame (attraverso l’attuazione del motu proprio “Mitis Iudex”), e dall’altra di dedicare più tempo alla formazione. Oggi c’è troppa fretta di sapere se si cambia tutto o se non si cambia niente».

Citando un editoriale di padre Spadaro pubblicato da “Civiltà Cattolica”, monsignor Marconi concorda con la percezione che il desiderio di famiglia resti vivo nella società odierna e motivi la Chiesa nel suo annunciare Cristo: «Il segreto della gioia dell’amore sta nell’incontro degli sposi con Gesù, sorgente dell’Amore. Oggi c’è bisogno di uno stile adeguato, un nuovo stile di famiglia, che non significa dover fare una famiglia completamente diversa a ciò che era, perché i valori fondanti vanno conservati. Sono valori vivi e mai pietre da scagliare contro gli altri». Il vescovo ha proseguito con un commento puntale di ogni capitolo dell’”Amoris laetitia”, invitando poi caldamente le famiglie a leggere le parole del Papa non tanto come un “manuale”, ma come un testo da vivere e dal quale farsi ispirare.

È stato un’incontro vissuto in ascolto, come auspicato dal Papa nell’esortazione, e le famiglie nel ritorno a casa, forse non portavano con sé risposte definitive e complete alle domande che che si affollano alla mente circa la situazione e i problemi delle famiglie, ma certo si sono sentite incoraggiate a camminare ancora, a camminare insieme per crescere nell’Amore.

Testo integrale del vescovo Nazzareno Marconi
Incontro-diocesano-per-famiglie

Print Friendly, PDF & Email

Comments

comments