«Rimanete saldi nel cammino della fede con la ferma speranza nel Signore. Qui sta il segreto del nostro cammino!». All’invito del Papa per il Giubileo a loro dedicato, in programma a Roma dal 22 al 24 aprile, i ragazzi della diocesi non hanno esitato a rispondere, per «crescere misericordiosi come il Padre», come esorta Francesco. I nati dal 2000 al 2003, che per ragioni di età non potranno partecipare al grande evento previsto a luglio a Cracovia, si metteranno dunque in cammino, in perfetto “stile Gmg”, per vivere il Giubileo dei ragazzi, in programma da venerdì 22 a domenica 24 aprile a Roma, assaporando le emozioni che ogni Giornata mondiale della gioventù regala (Qui un servizio per saperne di più).

«La Chiesa sta vivendo l’Anno della Misericordia, un tempo di grazia, di pace, di conversione e gioia che coinvolge tutti: piccoli e grandi, vicini e lontani – scrive il Santo Padre nel Messaggio per il Giubileo dei ragazzi e delle ragazze divulgato il 6 gennaio scorso sul tema «Crescere misericordiosi come il Padre» – e questo tempo prezioso coinvolge anche voi, a cui mi rivolgo a voi per invitarvi a prenderne parte, a diventarne i protagonisti. Vi vorrei chiamare uno a uno, vi vorrei chiamare per nome, come fa Gesù ogni giorno, perché lo sapete bene che i vostri nomi sono scolpiti nel cuore del Padre che è il Cuore Misericordioso da cui nasce ogni riconciliazione e ogni dolcezza». Inoltre, Francesco esorta i ragazzi a non credere «alle parole di odio e di terrore che vengono spesso ripetute», suggerendo loro di costruire, invece, «amicizie nuove», offrendo il proprio tempo a chi è nel bisogno: «Siate controcorrente – dice il Papa -, siate amici di Gesù».

giubileo giovani copiaParole che coinvolgono e che le parrocchie di Macerata, Tolentino, Recanati, Cingoli e Treia hanno fatto proprie, permettendo a 260 giovanissimi di vivere un’esperienza destinata a rimanere unica. «Dalle zone pastorali di Cingoli partiamo con circa venti ragazzi: per loro sarà un “assaggio” della Gmg e l’emozione dei preparativi è già palpabile», spiega l’educatrice Annamaria Tittarelli, che ha già partecipato agli incontri mondiali di Parigi, Roma e Madrid e accompagnerà i ragazzi che già hanno fatto la Cresima e altri che devono ancora riceverla.

Teresa Mariani e Francesco Cantarini
Teresa Mariani e Francesco Cantarini

L’entusiasmo è lo stesso che condividono anche Teresa Mariani e Francesco Cantarini, animatori dei giovani cresimandi e di un gruppo che ha già ricevuto il sacramento della Confermazione nella parrocchia Santa Maria della Pietà di Recanati. Nonostante non potranno recarsi “fisicamente” a Cracovia, a loro il compito di preparare i ragazzi, seguendo le tappe che li condurranno in Polonia. «Sono passati quasi otto anni dalla Gmg di Sydney, un momento che ha segnato le nostre vite. Durante quei giorni in Australia infatti – racconta la coppia – ci siamo ri–conosciuti ed è così iniziato il nostro cammino di fidanzamento, culminato nel matrimonio, nell’ottobre scorso. Sarà quindi una doppia gioia poter seguire i nostri giovani, prima nel Giubileo dei ragazzi, certi che queste esperienze – aggiungono i neo sposi – potranno arricchire la loro vita spirituale. Sarà un’occasione per incontrare altri coetanei che hanno nel cuore le loro stesse domande e per trovare risposte certe che li porteranno a sperimentare la felicità, quella vera, che viene da Cristo».

Sensazioni che rappresentano senz’altro il giusto passo per proseguire il cammino di crescita appena intrapreso, imparando, come esorta Francesco (clicca Qui per un approfondimento) «ad essere coraggiosi nell’amore concreto e disinteressato, a diventare grandi tanto nel fisico, quanto nell’intimo, come cristiani capaci di scelte e gesti coraggiosi, in grado di costruire ogni giorno, anche nelle piccole cose, un mondo di pace».

Diffuso nei social media con l’hashtag #GiubileoRagazzi, l’appuntamento di sabato 23 aprile allo Stadio Olimpico di Roma verrà trasmesso in diretta alle ore 20.30 su Tv2000 e InBluRadio.

Mdrid 14-08-2011 Giornata Mondiale della Gioventu Primi arrivi dei pellegrini a Madrid Ph: Cristian Gennari
(foto Cristian Gennari)
Print Friendly, PDF & Email

Comments

comments