Recanati riscopre il Sol Levante grazie a Vittorio Volpi

Il 22 aprile, alle 18, in Aula Magna, la presentazione del libro "Giappone delle meraviglie. Miracoli del passato, sfide del futuro"

“Giappone delle meraviglie. Miracoli del passato, sfide del futuro” è il titolo del libro di Vittorio Volpi, edito da Università Bocconi, che verrà presentato venerdì 22 aprile, alle 18, presso l’Aula Magna del Comune di Recanati. All’evento prenderanno parte, oltre all’autore, l’avvocato Paolo Tanoni e il sindaco Francesco Fiordomo. Primo italiano ad avviare i rapporti commerciali tra Italia e Giappone, Volpi è uno dei più grandi conoscitori della cultura asiatica del nostro Paese. La sua avventura inizia negli anni ’70, quando la Banca Commerciale Italiana lo sceglie per aprire nel paese del Sol Levante la sua prima filiale

Il libro, come suggerisce il titolo, parla del Giappone e della capacità di questa Nazione di affrontare sfide, stupendo il mondo intero con la sua straordinaria forza economica e militare. L’autore illustra le trasformazioni che il paese del Sol Levante ha attraversato nell’ultimo secolo e mezzo, soffermando il proprio sguardo sulle “aperture” verso l’esterno che hanno consentito al Giappone di adottare modelli di sviluppo forti, prima quello anglosassone e tedesco e poi quello statunitense, diventando così una potenza industriale. Al boom economico degli anni ’50 e ’60 è tuttavia seguito un declino, di cui ancora oggi non si percepiscono i confini.

VITTORIO VOLPI VOLANTINORipercorrendo alcune tappe salienti della storia giapponese, Volpi arriva ad analizzare, con notevole competenza e conoscenza dei fatti, la realtà economica e politica del Giappone odierno, gli ostacoli che hanno rallentato la locomotiva nipponica e le riforme necessarie per riprendere la via della crescita. Nel libro si legge: «C’è uno scollamento fra la realtà tangibile e quanto spesso si dice sulla stampa occidentale che ha, soprattutto negli anni passati, etichettato il Giappone come il grande malato d’Asia. E’ possibile che il Giappone abbia aumentato la qualità della vita senza crescere economicamente? E’ forse davvero il primo esempio di decrescita felice in senso postmoderno?».

Volpi ha vissuto e lavorato in Giappone per trent’anni come responsabile di grandi banche internazionali e dove ha insegnato alla Sophia University Business School di Tokyo. Ha collaborato con varie testate nazionali e internazionali fra le quali il Giornale, il Sole 24 Ore, il Corriere della Sera e Nikkei. Con Franco Mazzei, che ha scritto la prefazione del libro, ha pubblicato, sempre per i tipi Ube, Asia al centro e La rivincita della mano invisibile. Ha, inoltre, pubblicato numerosi altri libri per svariate case editrici.

Print Friendly, PDF & Email

Comments

comments