Unimc: convegno sulla donazione del midollo osseo e delle cellule staminali

L’invito all'incontro, previsto per mercoledì 27 aprile presso il Dipartimento di Studi umanistici dell'Ateneo, è rivolto in modo particolare ai giovani che possono diventare protagonisti di un gesto d’importanza vitale

Sarà incentrato sul tema «La donazione del midollo osseo e delle cellule staminali emopoietiche: aspetti scientifici, etici e socio-culturali» il convegno in programma per mercoledì 27 aprile, dalle ore 17.30, nella sede di via Garibaldi 20 del Dipartimento di Studi umanistici dell’Università di Macerata.

L’iniziativa, immediatamente accolta dall’Ateneo, è stata proposta dall’associazione Lions Club Macerata Host, che ne ha fatto il tema nazionale per il 2016: «Diventa donatore di midollo osseo, diventa un eroe sconosciuto».

L’obiettivo dell’incontro, in cui si confronteranno medici specialisti in ematologia ed oncologia, docenti universitari e responsabili delle principali associazioni di volontariato, è la diffusione della cultura del dono e in particolare della donazione di sangue del midollo osseo. Tale donazione, ancora indispensabile per curare persone affette da tumori del sangue come leucemie, linfomi o mieloma, oggi è possibile con una modalità di esecuzione molto semplice e si può effettuare in un’età compresa tra i 18 e 35 anni.

Per questa ragione, l’invito è rivolto in modo particolare ai giovani in tale fascia di età, che possono diventare protagonisti di un gesto d’importanza vitale. L’approfondimento del tema sarà comunque affrontato in una prospettiva ampia: prima, collocando i temi del dono e della cura nel quadro dei rapporti tra medicina e società, quindi, proponendo approfondimenti specifici e testimonianze significative. Ne risulterà una prospettiva di sicuro interesse per tutti, in modo da coinvolgere istituzioni, associazioni e singoli cittadini, allo scopo di favorire ai diversi livelli la crescita di una cultura della donazione e promuovere una consapevole informazione su questa pratica terapeutica indispensabile per salvare vite umane.

Print Friendly, PDF & Email

Comments

comments