Crescono gli appuntamenti che Macerata Racconta 2016 dedica al pubblico dei più piccoli. I dieci eventi presenti nel programma sono curati da professionisti del settore e si svolgeranno in tre diversi luoghi della città.

 
Il coordinamento degli incontri è stato affidato a La luna a dondolo, associazione maceratese specializzata in iniziative culturali e artistiche dedicate ai bambini e alle loro famiglie. La maggior parte degli eventi si svolgerà al Museo della Scuola «P. O. Ricca» (nella foto sotto) dell’Università di Macerata, a cui si aggiungono la Biblioteca Mozzi Borgetti, nella quale verranno ospitati gli eventi organizzati dai volontari del progetto «Nati per Leggere della provincia di Macerata» – vincitore proprio in questi giorni di un prestigioso riconoscimento nazionale – e l’Arena Sferisterio, che si apre ai piccoli grazie alla collaborazione del Macerata Opera Festival, in occasione degli European Opera Days.

Museo-della-scuola-P-O-Ricca Si inizia dunque lunedì 2 maggio, alle 16.30 con le lettrici di «Nati per Leggere» che accoglieranno i più piccini alla biblioteca Mozzi Borgetti, con i racconti di viaggio per piccoli viaggiatori da 3 a 6 anni. Alle 17 il Museo della scuola aprirà le porte a particolari visite guidate fuori dagli schemi: un percorso tra bacchettate sulle mani e ceci su cui mettersi in ginocchio, fino al temutissimo cappello del somaro.

Il regista Sauro Savelli
Il regista Sauro Savelli

Venerdì 6 maggio, alle 17, il Macerata Opera Festival – in collaborazione con il corso di Psicologia dello Sviluppo dell’Università di Macerata – aprirà poi le porte dello Sferisterio per «Un fantastico viaggio alla scoperta dell’opera tra storie, narrazioni, giochi, musica, disegni» (per bambini dai 4 ai 9 anni). Alle 17.30, al Museo della Scuola si entra nel cuore degli inganni e sotterfugi con la classica e straordinaria lettura ad alta voce di «Streghe», celebre romanzo di Rohal Dahl con Sauro Savelli.
Stessa location per due case editrici marchigiane con le presentazioni narrate di «Il bambino che guardava le rondini», di Vito Carfi per Zefiro Edizioni (sabato 7 maggio, ore 10.30) e «Cenerentola», di Cinzia Carboni per casa editrice La Meraviglia (sabato 7 maggio, ore 17.15).

 
Sempre sabato 7 maggio, alle 21.30, ci sarà l’attesissima «Notte dei Racconti», con una scelta letteraria importante: «Il diavolo nella bottiglia» di Robert Louis Stevenson, raccontata da Simone Maretti, ormai star conclamata dei bambini.

 
Domenica 8 maggio, dalle 10.30 in piazza Vittorio Veneto, «Nati per leggere» propone «Staccia minaccia buttiamola giù la piazza… Strocche, tiritere e storie da leggere in famiglia». Nel pomeriggio, alle 17 e alle 17.30, di nuovo al Museo della Scuola, due appuntamenti dedicati ai ragazzi dai 7 agli 11 anni con Meri Bracalente di Teatro Rebis: lettura scenica «Nonsoche’» e laboratorio teatrale «Cosa vien dopo?».

La «Notte dei Racconti»
La «Notte dei Racconti»
Print Friendly, PDF & Email

Comments

comments