Domani, venerdì 29 aprile, a Recanati, terzo appuntamento alle 21.15 con le «Serate Musicali»: l’evento è organizzato dalla Civica Scuola di Musica «B. Gigli» e dall’assessorato alle Culture del Comune.

A salire sul palcoscenico dell’Auditorium del Centro Mondiale della Poesia sarà stavolta il pianista Ivan Donchev. Definito dall’italiano Aldo Ciccolini «un artista di eccezionali qualità tecniche e musicali», il pianista di origini bulgare ha intrapreso lo studio del pianoforte all’età di cinque anni e, dopo soli tre, ha tenuto il suo primo recital solistico. A dodici anni il debutto come solista con l’orchestra.

Nel concerto di venerdì (a ingresso libero), il programma di sala sarà interamente dedicato a Franz Liszt con i brani: «Ave Maria» (Le campane di Roma), l’«Ouverture del Guglielmo Tell» di Rossini e «Anneès de pelerinage – Première année: Suisse».

I
I

Nel corso della sua formazione artistica, Donchev è risultato vincitore di 19 premi in concorsi nazionali e internazionali fra cui: «Svetoslav Obretenov»; (Bulgaria,1994); «Emcy» (Dublino, 1996); «Carl Filtsch» (Romania, 1997), «Città di Monopoli – Gran Prize Ecomusic, 2000», «S. Fiorentino», (Morcone, 2004); «G. Terracciano», 2005; «Società Umanitaria», (Milano, 2008).

A soli 16 anni, inoltre, il “ragazzo prodigio» vince il «Premio Chopin» della Società «Chopin» di Darmstadt e debutta alla nota sala «Gasteig» di Monaco di Baviera. Da allora, Donchev è regolarmente invitato a suonare nelle maggiori città europee, negli Stati Uniti, Giappone e Corea del Sud. Da sottolineare, inoltre, i concerti tenuti a New York, Sofia, Berlino, Darmstadt, Kitzingen, Dublino, Londra, Seoul, Milano (alla Sala Verdi, per «La Società dei Concerti», e all’Università Bocconi), Firenze, Livorno, Napoli, Taranto, Palermo, Messina, Oradea, Daegu, Yamagata, Montpellier (per il Festival de Radio France), Festival dei Due Mondi di Spoleto, San Sepolcro Symphonia Festival, Apollonia Music Festival, «Franz Liszt» Festival di Albano e molti altri.

Aldo Ciccolini: il pianista è venuto a mancare, in Francia, il 1° febbraio 2015
Aldo Ciccolini: il pianista è venuto a mancare, in Francia, il 1° febbraio 2015

Ivan Donchev ha suonato anche con la New York Festival Orchestra, la Filarmonica di Burgas, la Kronstadt Philharmoniker, la Daegu Symphony Orchestra, la Jeon-ju Philharmonic, la Pazardjik Philharmonic, l’Oradea Philharmonic, l’Orchestra Sinfonica di Razgrad, l’Orchestra da Camera Fiorentina, l’Orchestra Sinfonica di Bari, l’Orchestra Sinfonica della Magna Grecia e molte altre. I suoi dischi sono pubblicati dalle case discografiche «Rai Trade», «Sheva Collection» e «Gega New».

Fondamentale nella sua carriera è stato l’incontro con il pianista Ciccolini, dal quale ha ricevuto il premio «Sorrento Classica» (2008) e con il quale ha suonato in formazione di piano duo a quattro mani al Festival de Fenetrange in Francia. Nel 2013 il suo disco («Sonate per pianoforte e violino di Beethoven») ha ricevuto il 5 stars award dalla rivista inglese «Musical Opinion». Nel 2015, infine, Donchev ha debuttato con successo presso il Kaufman Music Center di New York, con il concerto op. 73 «Imperatore» e al Festival dei Due Mondi di Spoleto con l’op. 106 («Hammerklavier») e l’op. 120 di L. van Beethoven.

Print Friendly, PDF & Email

Comments

comments