Una delle immagini realizzate da Beatrice Salustri e contenute nel suo primo testo dedicato a Padre Matteo Ricci

Padre Matteo Ricci continua a far “notizia” nella sua Macerata. Dopo il servizio dedicato al Festival biblico di Verona in cui il gesuita marchigiano sarà in qualche modo protagonista (leggi Qui), un nuovo appuntamento attende la città, per riscoprire l’esempio del grande missionario.

Lunedì 2 maggio infatti, alle ore 17.30 presso la sala dell’Antica Biblioteca dell’Università di Macerata, sarà infatti presentato il testo illustrato «Dieci racconti di un uomo strano», curato dalla giovane Beatrice Salustri (Giaconi Editore). All’evento, oltre all’autrice, sarà presente anche la professoressa Francesca Spigarelli, direttore del China Center. Le letture saranno affidate a Valentina Castellani.

Primogenita di quattro figli, Beatrice Salustri nasce a Loreto nel 1988. Si è laureata all’Accademia di Belle Arti di Macerata, specializzandosi in Illustrazione.
Questo è il primo libro da lei scritto e illustrato, frutto di un’accurata ricerca di tesi, di un amore profondo per la Cina e per Li Madou, il religioso maceratese che portò l’annuncio del Vangelo ai confini del mondo.

Sullo sfondo di un’antica Cina, dunque, le immagini e le parole scelte da Salustri ci presentano la storia di un uomo straordinario quale fu Padre Matteo Ricci, capace di farsi realmente «cinese tra i cinesi». Nell’opera dell’autrice lauretana sarà proprio un cinesino a raccontarci di una grande amicizia che si instaurò tra l’”uomo strano”, Li Madou appunto, e il popolo cinese. In un dialogo incessante che ancora oggi, a distanza di secoli, funge da ponte tra la Terra di Mezzo e l’Occidente.

13081594_10206444037520549_203986361_n

Print Friendly, PDF & Email

Comments

comments