Stefan Milenkovich incontra i ragazzi della Dante Alighieri

Un evento del tutto straordinario, quello che stanno vivendo stamattina, giovedì 27 aprile, gli alunni dell’Istituto Comprensivo “D. Alighieri” di Macerata: presso il teatrino della scuola saranno protagonisti di un incontro loro dedicato con il violista Stefan Milenkovich. Un esperienza che punta a rimanere impressa indelebilmente nei cuori e nelle menti offrendo opportunità di crescita non solo musicale ma anche umana.

L’iniziativa, frutto della condivisione e partecipazione pluriennale alle proposte concertistiche della FORM da parte della Scuola secondaria “D. Alighieri”, sancisce un desiderio più maturo e consapevole degli alunni, di andare oltre l’ascolto partecipato e il contatto distaccato e formale con gli interpreti; i ragazzi vogliono conoscere, sapere, entrare nelle vite dei musicisti e degli esecutori, nell’intento di aprirsi ad un modello e ad uno stile di vita da conoscere, approfondire e chissà… forse da seguire. La Scuola, dal canto suo, nella legittima funzione di orientare i giovani verso ogni forma di espressione artistica, non è rimasta insensibile di fronte ad una simile richiesta educativa. Dalla passione e dal reciproco convergere verso la lettura delle aspettative dei ragazzi, la Prof.ssa Laura Maria Corbelli e il Prof. Fabio Tiberi, Direttore artistico della FORM, rendono concreto l’incontro fra gli alunni e uno dei più grandi solisti e protagonista dei palcoscenici violinistici come Stefan Milenkovich.

L’incontro, presentato e coordinato dal musicologo e consulente della programmazione dell’Orchestra Filarmonica Marchigiana Cristiano Veroli, sarà un’introduzione all’ascolto, con esemplificazioni pratiche, del concerto in programma il prossimo 3 maggio al Lauro Rossi di Macerata, nel quale verranno eseguite e dirette da Milenkovich “Le quattro stagioni” di Antonio Vivaldi e “Le quattro stagioni” di A. Piazzolla.

«L’appuntamento di questa mattina – ci racconta la professoressa Corbelli – è particolarmente importante, perché vedrà ampliarsi e formalizzarsi la convenzione istituita tra la scuola e l’orchestra filarmonica marchigiana che va avanti da alcuni anni. Se finora i ragazzi avevano la possibilità di usufruire di uno sconto sul biglietto di ingresso ai concerti, ora sarà possibile anche avviare dei progetti più articolati che prevedano incontri, come quello di oggi, in cui i ragazzi possano avere un dialogo diretto con l’artista, oltre a seguirlo sucessivamente nello spettacolo.

La scuola media si occupa ragazzi non solo formati a scuola ma hanno un cotatto con l’artista in modo che la scuola stimola i ragazzi e i loro talenti, influendo e aiutando i ragazzi anche in ambito musicale, in modo da incoraggiarli e guidarli nella scelta di un approfondimento personale di qualche strumento, e della cultura musicale in genere».

Print Friendly, PDF & Email

Comments

comments