Anche i santi possono soffrire la sovrapposizione di date.
Quest’anno la solennità liturgica di san Giuseppe coincide con la III domenica di Quaresima, che prevale sulla solennità. Quindi è spostata al giorno successivo, lunedì 20 marzo, secondo quanto stabilito dal Decreto della Congregazione per il Culto Divino e la Disciplina dei Sacramenti del 22 aprile 1990 che, modificando il paragrafo n. 5 delle Norme Generali per l’ordinamento dell’anno liturgico e il calendario, stabilisce che le solennità coincidenti con le domeniche di Avvento, Quaresima e Pasqua siano trasferite al lunedì seguente, tranne il caso della coincidenza con la Domenica delle Palme o della Domenica di Pasqua, nel qual caso sono trasferite al primo giorno utile (lunedì della II settimana di Pasqua).

Print Friendly, PDF & Email

Comments

comments