Nella serata di mercoledì l’arrivo del Papa, subito fatto oggetto del calore entusiastico della folla che ha visto i ragazzi della Gmg mescolarsi ai panamensi accorsi in massa lungo il percorso del corteo papale (tutti i video proposti sono stati realizzati dal vescovo Nazzareno Marconi).

La giornata aveva vissuto in mattinata l’incontro dei giovani italiani con Massimo Ambrosetti, l’ambasciatore d’Italia nello Stato centramericano.

Il diplomatico ha confessato la propria «Emozione a stare in questa comunità di pellegrini che continua a rinnovare un impegno».

Il rappresentante del nostro Paese ha ricordato come «per costruire questa infrastruttura (il Canale, ndr) morirono 26mila persone e fra queste anche alcuni italiani» e che Panama «ha visto 4 presidenti di origine italiana. Come italiani possiamo essere orgogliosi di trovare in un Paesi così lontano una presenza significativa. Per questo vi accogliamo con grande affetto».

Ambrosetti ha poi sottolineato che «Panama è Paese piccolo, ma ci vivono 10mila italiani; una presenza antica perché quando Colombo arrivò qui nel suo quarto viaggio, ci fu un gruppo di italiani che si fermarono. Tra i primi residenti della vecchia Panama ci furono qualche decina di italiani».

Il diplomatico ha poi ringraziato i giovani italiani per la loro presenza: «per me veramente un dono a livello personale, ma credo che per tutta Panama la Gmg sia un dono. Questo è un Paese che colpisce, per tanti aspetti: prima cosa per la natura incontaminata. A pochi chilometri da qui c’è una foresta che è ancora totalmente incontaminata, con una biodiversità ricchissima e credo che per noi che veniamo da un Paese molto sviluppatola scoperta che vicino a noi ci sia ancora una natura da preservare è un messaggio straordinario. Un messaggio che papa Francesco nell’enciclica Laudato si’ ha sottolineato in maniera straordinaria».

Da Panama arrivano poi le parole e il saluto di un giovane di Cingoli (la ripresa è sempre del vescovo Marconi).

In giornata i giovani hanno preso parte a una affollata celebrazione eucaristica.

 

Print Friendly, PDF & Email

Comments

comments