“Bisogna ritornare a far sognare i giovani. Non possiamo essere i controllori dei loro sogni. Devono sognare con intelligenza, con amore, con grazia. Dobbiamo essere i custodi dei loro sogni. Anche i vecchi hanno i sogni e quando i vecchi e i giovani sognano insieme diventano la forza di Dio”. Lo ha detto al Sir il cardinale Gualtiero Bassetti, presidente della Conferenza episcopale italiana, a conclusione della Giornata mondiale della gioventù. “I giovani che ho incontrato, in questi giorni, a Panama e a Casa Italia, certamente non rappresentano tutto il modello della nostra gioventù. Ci illuderemmo. Certamente sono un segno. Credo, come dice sempre Papa Francesco, che sui giovani dobbiamo scommettere”, ha detto Bassetti. Ed ha aggiunto: “Credo che sia urgente tornare a dare spazio all’educare e all’accompagnare”. “Educare non vuol dire imporre, ma accompagnare. Non ti sto davanti, perché occupo lo spazio del tuo cammino, sei tu che devi andare nella libertà dei figli di Dio nella direzione da Lui indicata; non ti sto dietro, perché se c’è una buca ci cadi dentro; ti sto accanto e sono tuo compagno di viaggio, aiutandoti con la mia esperienza”.

Print Friendly, PDF & Email

Comments

comments