“L’anno scorso, qui alla Bit, avevamo annunciato Mama. Oggi la presentiamo. Abbiamo superato campanilismi e divisioni politiche per creare un progetto unitario e forte del nostro territorio che deve risorgere dal sisma grazie al suo inestimabile patrimonio ambientale, storico e culturale”. Con queste parole il sindaco Romano Carancini ha illustrato il progetto integrato di promozione turistica della Mama-Marca alla Bit, Borsa Internazionale del Turismo di Milano.
Per la prima volta dalla sua costituzione il protocollo ha fatto la sua apparizione alla Borsa internazionale del turismo alla Fiera Milano City. “Grazie al turismo e alla cultura il Mama ci ha fatto sperimentare e capire quanto sia importante lavorare insieme tra tutti i 55 Comuni della Provincia maceratese – ha continuato il primo cittadino – Ora, non solo occorre rafforzarci ma credere che questo modello di integrazione possa essere utilizzato anche per altre sfide del territorio. Insomma, uniti siamo più forti”.
Con il sindaco e l’assessore alla Cultura e Turismo e coordinatrice della rete Mama, Stefania Monteverde, erano molti gli amministratori della Marca giunti nel capoluogo lombardo per “#Destinazione Mama, Marca Maceratese un viaggio che diventa esperienza”, evento organizzato nello stand della Regione Marche preso d’assalto da visitatori e operatori internazionali. Presenti il sindaco di Recanati Francesco Fiordomo, il sindaco di Fiuminata Ulisse Costantini, gli assessori al Turismo di Recanati, Rita Soccio, di Tolentino, Silvia Luconi, di Civitanova, Maika Gabellieri, di Porto Recanati, Angelica Sabbatini e di Cingoli, Martina Coppari. Numerosi anche gli operatori e i rappresentanti dei Comuni e delle associazioni della Marca Maceratese giunti in fiera a bordo del Mamabus organizzato per i visitatori della Marca Maceratese.
Oltre alla guida con le informazioni e i consigli di viaggio sui 55 Comuni, svelata per la prima volta a Milano nel suo elegante formato cartaceo, sono stati presentati anche gli altri prodotti del sistema integrato realizzato dalla start up maceratese Expirit, tra cui il sito www.marcamaceratese.info, online dal 4 febbraio, dove Comuni, enti, associazioni e operatori possono inserire le esperienze da fare sul territorio, il cofanetto Mamabox e la mappa tematica realizzata dalla E-Lios di Camerino.
“Ora dobbiamo guardare avanti – ha commentato Monteverde – con nuove risorse che possano dare respiro a questi strumenti e favorire concretamente il rilancio del turismo nella nostra provincia, dall’entroterra ai borghi fino alla costa, facendoci conoscere nel mondo per il meraviglioso territorio che insieme rappresentiamo”.

Print Friendly, PDF & Email

Comments

comments