Fiera “Lineapelle” a Milano: il bilancio delle imprese maceratesi

S è conclusa alla Fiera Milano Rho “Lineapelle” una manifestazione fondamentale per le aziende del nostro territorio, che vede come espositori produttori di fondi per calzature (suole in cuoio, gomma, poliuretano e altri materiali – siamo leader europei per queste produzioni con oltre 5000 addetti), tacchifici, produttori di macchinari e software, concerie,  aziende chimiche,  produttori di tessuti,  servizi  ed ha come interlocutori e visitatori un mercato vastissimo che spazia dalla calzatura all’abbigliamento, alla pelletteria, all’arredamento  e all’ automotive.
Lineapelle  occupa una superficie di circa 47.500 metri quadrati, con  1.255 espositori –  il 38% dei quali stranieri, provenienti da 45 Paesi –  ed è stata  visitata da oltre 20.000 visitatori.
In questa edizione –  ha sottolineato Fulvia Bacchi  amministratore delegato di Lineapelle –  la manifestazione ha connesso l’intera filiera direttamente alla moda, in virtù della prossimità con le sfilate di Milano Moda Donna (19/25 febbraio) e alla tecnologia d’avanguardia grazie alla sinergia con Simac Tanning Tech che, negli stessi giorni,  ha ospitato a Fieramilano Rho oltre 300 eccellenze innovative specializzate in impianti e soluzioni per l’industria conciaria, calzaturiera e della pelletteria.
Ruggero Ruggeri, Presidente della Sezione Componenti per calzature di Confindustria Macerata, presente da oltre 40 anni con l’azienda IPR di Civitanova Marche ha dichiarato “anche se ci si aspettava qualche cliente straniero in più, la Manifestazione è ancora il punto di riferimento internazionale di un settore che in questo momento con difficoltà ma anche con molta energia sta fronteggiando cambiamenti epocali, investendo in innovazione, nella ricerca di nuovi materiali e di differenti approcci con il mercato. Sarebbe necessario – suggerisce Ruggeri – fare si che le date di Lineapelle possano slittare  di un ulteriore mese – come chiediamo da oltre 15 anni agli organizzatori – al fine di rispondere con maggiore puntualità ed efficacia alle  richieste della nostra clientela.
Gli  imprenditori Calzaturieri sono ancora coinvolti nelle presentazione dei loro campionari nelle loro Fiere di settore,  e quindi non ancora pronti a produrre ed a fare gli ordini”.

Print Friendly, PDF & Email

Comments

comments