Con l’occasione dell’annunciata visita a Loreto di papa Francesco il prossimo 25 marzo, l’Arcivescovo Prelato e Delegato Pontificio, Mons. Fabio Dal Cin, ha scritto e inviato ai parroci della Prelatura di Loreto, affinché giunga a tutti i fedeli della Diocesi, una Lettera Pastorale.

“Il Santo Padre – scrive mons. Dal Cin nella lettera – vuole compiere qui un atto unico nel suo genere: firmerà in Santa Casa la Lettera post Sinodale sui giovani, indirizzata a tutto il mondo. La portata di questo gesto è immensa, non solo dal punto di vista storico, ma anche spirituale ed educativo. Tra quelle pareti sono cresciuti la giovane Maria di Nazareth e il giovane Gesù”.

Un’occasione davvero eccezionale quella che vedrà il Santo Padre recarsi al santuario marchigiano. “Sarebbe assai riduttivo sentirci onorati della sua visita solo perché il Papa è un personaggio famoso e un riferimento mediatico mondiale che attirerà l’attenzione sulla nostra Città e su tutta la terra marchigiana. Il valore della sua visita è molto di più!” continua l’arcivescovo puntando l’attenzione sul papa in quanto Vicario di Cristo: “la Sua missione è quella di tenerci uniti a Cristo e di guidarci verso il Padre, di tenere unita la rete ecclesiale perché solo insieme possiamo essere con Cristo, che è il Signore di tutti”.

Diverse le indicazione che il prelato indica come momenti importanti di preparazione a questa visita per “disporre i nostri cuori ad un autentico rinnovamento personale e comunitario”. Oltre le preghiere per il papa e gli ammalati da recitarsi nella celebrazioni comunitarie c’è l’invito a partecipare ai quaresimali promossi dalla Santa Casa ogni martedì di quaresima e l’attenzione al sacramento della riconciliazione che è possibile ricevere in basilica ogni giorno durante la pausa pranzo grazie alla presenza di un sacerdote disponibile.

Inoltre tutte le offerte raccolte nelle messe della diocesi nella giornata di domenica 17 marzo saranno devolute per la carità di papa Francesco: “sarà il nostro regalo per i poveri che egli aiuta” annuncia Dal Cin.

“Come San Paolo salì a Gerusalemme per vedere Pietro, anche noi il 25 marzo saliremo al colle lauretano, portando nel cuore le gioie e le fatiche, le speranze e le angosce delle nostre famiglie e di tutta l’umanità”.

Lettera Pastorale per visita Papa Francesco
Print Friendly, PDF & Email

Comments

comments