Montecassiano festeggia il santo patrono San Giuseppe con una pluralità di manifestazioni sia civili sia religiose. Questa sera, alle ore 19 sarà celebrata la santa messa nella collegiata di Santa Maria Assunta accompagnata dalla corale Piero Giorgi. Al termine della funzione religiosa inizierà la processione per le vie del centro storico con la stata del santo con la banda musicale cittadina insieme a tutte le confraternite e alle autorità cittadine.

Per quanto riguarda le manifestazioni civili, sabato 23 marzo alle 14, per gli amanti del ciclismo, in via Oberdan si terrà il 1° “Trofeo tris stampi”, gara a cronometro per dilettanti Elite Under 23, mentre alle 21 l’aula magna del Palazzo dei Priori ospiterà il “Concerto di primavera” delle corali Piero Giorgi di Montecassiano e Canto libero di Castelgandolfo. L’ingresso è libero.

Domenica 24 marzo, invece, l’appuntamento è alle 12 in piazza Unità d’Italia con il 59° “Gran Premio San Giuseppe”, gara ciclistica internazionale per dilettanti Elite Under 23. Alle 17 si terrà la premiazione dei ciclisti mentre alle 18 l’appuntamento è al cineteatro Camillo Ferri con “Note di cinema”, concerto della banda filarmonica Piero Giorgi diretta dal M° Osvaldo Bracalenti. Fino a domenica alla chiesa San Marco è fruibile la mostra “Don Antonio Castellani a Montecassiano: l’uomo, il sacerdote, l’educatore, l’artista (1956-1978)”.

«La festa patronale – ha dichiarato il sindaco Leonardo Catena – è una ricorrenza importante che assume una valenza sia religiosa, sia spirituale sia civile. La comunità partecipa numerosa ad una cerimonia che è un momento di vicinanza, di fraternità che ci permette anche di riflettere sulle condizioni affinché la nostra comunità diventi sempre più civile e capace di offrire opportunità di inclusione sociale e qualità della vita. Lo scorso anno di questi tempi abbiamo ricordato Don Giuseppe Ortenzi, quest’anno solo alcune settimane fa abbiamo ricordato un’altra straordinaria guida della nostra comunità Don Antonio Castellani. Due sacerdoti che sono stati guide spirituali e di vita per tante generazioni. Il loro esempio e la loro memoria restano vivi con noi».

Print Friendly, PDF & Email

Comments

comments