Coperlim: al via le iscrizioni per il nuovo biennio per musicisti di chiesa

Il corso di alta specializzazione dell’Ufficio Liturgico Nazionale della CEI patrocinato dal Pontificio Istituto di Musica Sacra. Iscrizioni entro il 30 aprile 2019.

Ripartirà a luglio prossimo il nuovo bienno 2019-2021 del COPERLIM, il Corso di Perfezionamento Liturgico-Musicale, dell’Ufficio Liturgico Nazionale della Conferenza Episcopale Italiana, il corso di alta specializzazione per musicisti di chiesa che si rivolge a tutti coloro che già operano nel settore e che sono in possesso di titoli conseguiti presso conservatori statali di musica o istituti e licei musicali. Chi non avesse tali requisiti, potrà accedere al Corso tramite un colloquio preliminare teso a verificare la preparazione musicale di base (lettura cantata della musica, fondamenti dell’armonia tonale, storia della musica occidentale e pratica di uno strumento polifonico).

Il corso, avviato nel 1994 dall’Ufficio Liturgico Nazionale (ULN) e patrocinato dal Pontificio Istituto di Musica Sacra (Roma), intende formare musicisti di chiesa consapevoli del celebrare cristiano. In venticinque anni di attività il corso è stato frequentato da circa 450 musicisti provenienti da tutte le regioni d’Italia.

Il corso si svolge in quattro sessioni residenziali articolate in un biennio: due sessioni di una settimana nel mese di luglio e due invernali dal 2 al 5 gennaio. La prima (7 giorni) si svolgerà a Assisi dal 15 al 21 luglio 2019, la seconda dal 2 al 5 gennaio 2020 a Roma, la terza nel mese di luglio 2020 (7 giorni) ad Assisi.

Il piano di studi, che comprende percorsi specialistici in direzione di coro, composizione per la liturgia, organo, chitarra si suddivide in più aree:
– area liturgica (approfondimenti sull’anno liturgico, la liturgia delle ore, sacramenti e sacramentali);
– area musicologico liturgica (corsi di Musica e liturgia, forme musicali della liturgia, animazione e regia musicale delle celebrazioni, approfondimenti di pastorale liturgico musicale);
– area della pratica musicale (canto gregoriano, strumenti musicali nella liturgia, tecnica vocale, guida del canto dell’assemblea).

Al termine dell’iter formativo, superate le prove intermedie e la prova finale, l’Ufficio Liturgico Nazionale della Conferenza Episcopale Italiana rilascerà il diploma in Musica per la Liturgia.

Per iscriversi al Corso c’è tempo fino al 30 aprile 2019 ed occorre presentare apposita domanda tramite la scheda di iscrizione disponibile sul sito web dell’Ufficio Liturgico Nazionale allegando i seguenti documenti:
– lettera di presentazione del vescovo diocesano, del proprio superiore/a per i religiosi e le religiose;
– diploma di Conservatorio (o almeno certificato del compimento del Corso Medio) o diploma di Scuola diocesana di Musica Sacra, oppure certificato di laurea in discipline musicali;
– curriculum vitae;
– diploma di maturità;
– eventuali altri titoli/diplomi.

Per coloro che intendono frequentare il Corso senza avere i titoli minimi, in vista del colloquio può risultare utile la lettura dei seguenti testi:
– per la storia della musica: Musica e società, a cura di Paolo Fabbri, McGraw-Hill; oppure M. Carrozzo – C. Cimagalli, Storia della musica occidentale, Armando Editore;
– per l’armonia: Dionisi, Lezioni di armonia complementare, Curci Editore.
Date e luoghi del colloquio preliminare verranno comunicati dopo la presentazione della domanda di ammissione.

Nel corpo docente personalità di spicco della musica (in ordine alfabetico): Morena Baldacci, Marco Berrini, Clara Bertella, Vincenzo De Gregorio, Gianmartino Durighello, Theodor Flury, Luigi Girardi, Angelo Lameri, Elena Massimi, Antonio Parisi, Pierangelo Ruaro, Daniele Sabaino, Marta Tedeschini Lalli, Paolo Tomatis, Fabio Trudu.

Print Friendly, PDF & Email

Comments

comments