La chiesa abbaziale di Fiastra gremita ha vissuto la mattinata della Domenica delle Palme col vescovo Nazzareno. La Messa è stata preceduta nel chiostro dalla benedizione delle palme e dei ramoscelli d’ulivo. Quindi, seguendo la croce e il vescovo, la processione è entrata in chiesa.

Qui il vescovo ha omesso l’omelia («Nessuna parola umana è adeguata a commentare la Passione del Signore»), limitandosi a poche parole introduttive alla “Via Crucis” di san Luca che componeva il Vangelo del giorno. Centrale l’invito: «Lungo la nostra vita il Signore passa portandoci la misericordia. Il buon ladrone ha avuto l’occasione per salvarsi, non l’ha persa: è il primo santo. Il Signore passa, dà delle occasioni per cambiare vita, per allontanarci dal male, per affidarci a lui: non perdiamo queste occasioni».

Print Friendly, PDF & Email

Comments

comments