Al parco F.i.c.o. di Bologna Montelupone si aggiudica la «Disfida del carciofo»

Domenica 14 aprile, nell’aula Scirocco del F.i.c.o. di Bologna, Montelupone ha battuto Castellammare-Sant’Antonio Abate (area metropolitana di Napoli).
Non si è trattato di un incontro di calcio né di pallavolo, ma della Disfida del Carciofo tra il prodotto dell’Associazione produttori del carciofo di Montelupone presidio Slow Food e il Carciofo violetto di Castellammare Terra-amore-fantasia Sant’Antonio Abate (Napoli).

Il verdetto è stato decretato da una giuria che, riunita con un accattivante: “vieni anche tu alla scoperta del carciofo e delle ricette della tradizione pasquale che esaltano questo tesoro dei campi italiani”, ha premiato “Il Carciofo più buono” scegliendo quello monteluponese.

Un ennesimo e prestigioso riconoscimento, dunque, per il Carciofo presidio Slow Food di Montelupone, che continua a mietere successi e a ben rappresentare il borgo.
Il parco tematico bolognese F.i.c.o. (acronimo di Fabbrica Italiana Contadina) è una grande area dedicata al settore agroalimentare e alla gastronomia, uno dei parchi più grandi al mondo sul tema, situato negli ex spazi del Centro agroalimentare di Bologna. Nel 2018 ha contato 1,5 milioni di visitatori e un fatturato di 25,9 milioni di euro.

Print Friendly, PDF & Email

Comments

comments