Domenica 26 maggio alle ore 18 l’organo Gennari della chiesa di Santo Stefano di Macerata protagonista del concerto delle organiste Giovanna Franzoni, Teresa Wang Li e la Cappella Musicale della Cattedrale di Macerata

Si svolgerà domenica 26 maggio 2019 alle ore 18, nella chiesa Santo Stefano di Macerata, il concerto “Armonie del Vespro” delle organiste Giovanna Franzoni e Teresa Wang Li con la partecipazione della Cappella Musicale della Cattedrale di Macerata diretta da Carlo Paniccià.

Concerto particolarmente interessante con l’esecuzione di musiche di Frescobaldi, Sweelinck, Correa de Arauxo, Händel. La seconda parte del concerto prevede brani per organo a quattro mani.
Grazie alla partecipazione della Cappella Musicale Musicale della Cattedrale di Macerata sarà possibile ascoltare due ricostruzioni esecutive di altrettanti brani di Girolamo Frescobaldi, come il “Magnificat Primi Toni” e il “Recercar con obbligo di cantare la quinta“.

Giovanna Franzoni, docente al Conservatorio Statale “Gioacchino Rossini” di Pesaro per i corsi accademici di organo e armonium, e concertista di fama internazionale presiede seminari (Mainz – Università Gutenberg e Urbino – Festival di Musica Antica) e conferenze sulla musica italiana per organo per la Biblioteca Oliveriana di Pesaro con il musicologo Quirino Principe, è invitata quale membro di giuria in concorsi organistici. Nel 2018 è stata ospite a Pechino nel Festival 5th Beijin Int’l Baroque Music Festival organizzato presso il Conservatorio Centrale di Musica.

 

Teresa Wang Li, pianista, musicologa e organista, ha conseguito il dottorato di ricerca (PhD) in etnomusicologia presso il Dipartimento di Studi Umanistici dell’Università di Macerata con uno studio sulla musica e cultura delle minoranze mongole, ed in particolare dell’etnia Barga, nella Repubblica Popolare Cinese. Ha studiato con Giovannimaria Perucci, Giovanna Franzoni, Gerhard Gnann.
Dal 2014 è organista della Cappella Musicale della Cattedrale di Macerata.

La Cappella Musicale della Cattedrale di Macerata è il coro preposto all’animazione musicale delle celebrazioni liturgiche che si svolgono nella Cattedrale San Giuliano di Macerata e della Diocesi. Il coro esiste ed opera fin dal 1530. Tra i suoi direttori Andrea e Francesco Basilj (dal 1789 al 1803), Domenico Concordia (1875-1882), Antonio Brunetti (dal 1816 al 1826), Luigi Bittoni (fine sec. XVIII), Oreste Liviabella, Luigi Calistri, Don Fernando Morresi. Dall’aprile 1993 la Cappella Musicale della Cattedrale di Macerata è diretta da Carlo Paniccià. Diverse le produzioni concertistiche degli ultimi tempi tra le quali le esecuzioni moderne del Llibre vermel de Montserrat (sec. XIV), delle Cantigas de Santa Maria (sec. XIII), del Laudario di Cortona (sec. XIII).

Le organiste si esibiranno all’organo storico costruito da Andrea Gennari nel 1828-29 custodito nella storica Chiesa di Santo Stefano o dei Cappuccini vecchi in quanto fu il primo insediamento (1544) dei padri francescani a Macerata dove costruirono il loro convento e la chiesa conventuale. Nel 1603 i Cappuccini si trasferirono in città e la loro chiesa a Santo Stefano divenne parrocchia. Più tardi fu costruita la chiesa attuale, con all’interno tre cappelle per lato e una ampia abside su disegno di un domenicano. Di varie epoche, fino ai nostri giorni, i dipinti tra cui di grande effetto la tela di Carlo Maratta, o di scuola, con la morte di Giuseppe e l’immagine della Madonna della Fede, affresco che si trovava, prima del suo trasferimento nella chiesa, in una vicina cappella.

L’iniziativa musicale è dedicata al medico psichiatra Fabio Quarchioni che ha prestato per molti anni la sua opera di organista proprio nella chiesa Santo Stefano. Grande appassionato dell’arte organaria, aveva contributo in maniera forte alla catalogazione e alla valorizzazione degli organi storici della provincia maceratese e non solo. A due anni dalla sua prematura scomparsa la Cappella Musicale della Cattedrale di Macerata, Giovanna Franzoni e Teresa Wang Li lo vogliono ricordare mediante l’arte che più lo appassionava.

Print Friendly, PDF & Email

Comments

comments