Il servizio Civile in Caritas di Chiara: «un’occasione per mettersi alla prova»

Ciao a tutti! Sono Chiara Cingolani, ho 26 anni e abito a Macerata. Poco prima del test d’ingresso per la magistrale, sono venuta a conoscenza, grazie ad una familiare, dell’imminente scadenza del bando del Servizio Civile Nazionale. Nonostante la cieca probabilità di passare o meno il test, ho voluto provare ugualmente il colloquio di selezione al bando, presso la Caritas diocesana di Macerata. E così è stato. Alla fine dello scorso anno mi sono ritrovata a dover fare due scelte invece di una: avevo infatti passato oltre il test d’ingresso anche quello per il Servizio Civile della Caritas il cui il progetto si chiama “Giovani-Marche”.

Ho scelto di partecipare a questa nuova avventura perché penso sia un’importante occasione per mettersi alla prova sia con noi stessi che con gli altri, perciò ritengo possa essere l’occasione di una concreta crescita personale che, in maniera molto più attiva, arricchisce il nostro bagaglio culturale. Sono passati quattro mesi dall’inizio di questa nuova esperienza, ma per la fine del periodo spero di raggiungere i miei obbiettivi personali insieme a quelli del progetto.

Print Friendly, PDF & Email

Comments

comments