Macerata Opera Festival 2019: i cast al lavoro, prime prove di Macbeth allo Sferisterio

Fra lunedi 24 e martedì 25 giugno gran via vai di tecnici e movimenti delle gru per preparare i materiali di scena per gli spostamenti dalle sale prove all’Arena

Passata la settimana di Musicultura, il Macerata Opera Festival entra nel vivo dell’attività produttiva cominciando a montare gli spettacoli allo Sferisterio: fra lunedi 24 e martedì 25 giugno gran via vai di tecnici e movimenti delle gru per preparare i materiali di scena per gli spostamenti dalle sale prove all’Arena. I lavori in città sono cominciati già dal 12 giugno con le prove della nuova produzione di Carmen di Bizet alla palestra dei Salesiani. A dare il via alle prove sul palcoscenico è stato invece il Macbeth di Giuseppe Verdi con la regia di Emma Dante ripresa da Giuseppe Cutino, spettacolo fortunato della regista palermitana, premiato nel 2017 ad Edimburgo con l’Angel Herald Award, realizzato in coproduzione con il Teatro Massimo di Palermo e il Teatro Regio di Torino. Ripensato e adattato per gli spazi maceratesi, debutterà sabato 20 luglio e andrà in onda in diretta su RAI Radio3.

Il 28 giugno inizieranno le prove in palcoscenico anche per Carmen, con la regia affidata a Jacopo Spirei. L’artista fiorentino proporrà uno spettacolo firmato con lo scenografo e costumista Mauro Tinti ispirato ai carabet di Parigi, con una atmosfera carica di erotismo, molto “rossodesiderio”. Anche in questo caso RAI Radio3 trasmetterà la diretta della serata inaugurale in programma venerdì 19 luglio.

Ultimo ad entrare in Arena, l’8 luglio, sarà il secondo titolo verdiano dell’anno, Rigoletto: si tratta in realtà di un ritorno per lo spettacolo firmato da Federico Grazzini che ha debuttato al festival nel 2015, conquistando il pubblico e la critica per la sua inusuale ma pertinente ambientazione fra gli oscuri anfratti di un luna park dismesso.

Print Friendly, PDF & Email

Comments

comments