di Sara (una mamma)

Questo è stato lo slogan da cui si è mosso il campo Sei Up, organizzato per i ragazzi 6-11 anni dalle Parrocchie di San Francesco e Collevario, dal 30 giugno al 6 luglio: 30 piccoli folletti che hanno rallegrato e colorato per un’intera settimana i due quartieri.

Non hanno vivacchiato i trenta protagonisti, che hanno passato le proprie giornate accompagnati dalla figura di un bel testimone come Piergiorgio Frassati, tra giochi, laboratori, ascolto, musica, preghiera, fino alla realizzazione di uno spettacolo conclusivo con cui hanno raccontato ai genitori presenti l’ultimo giorno, tutto quello che hanno vissuto in una settimana.

Non hanno vivacchiato gli educatori, che hanno deciso di spendere il proprio tempo per condividerlo con i più piccoli, anche sacrificando le proprie ferie, per pensare e organizzare attività mai banali e curate fin nei piccoli particolari, ma soprattutto per accogliere, accompagnare ed ascoltare i ragazzi.

Non hanno vivacchiato i ragazzi della Cresima, che hanno ripagato pienamente la fiducia cieca con cui sono stati catapultati in questa avventura, perché vivere il servizio è vivere pienamente.

Non hanno vivacchiato le parrocchie, che hanno messo a disposizione spazi a volte roventi e si sono lasciate un po’ sconvolgere dalle corse e dagli urli di questa bella banda che ha ravvivato i quartieri, le comunità e le celebrazioni.

Tanta bella vita c’è stata in questa settimana, di cui si sente già la nostalgia.
Ma come Piergiorgio ci ha insegnato, ciò che si è vissuto davvero resta per sempre!

Print Friendly, PDF & Email

Comments

comments