Riduzione dello spreco, l’esperienza del Comune di Macerata sul risparmio idrico

Venerdì 12 luglio, a partire dalle 10.30,  nella sala Castiglioni della Biblioteca comunale di Macerata, si terrà l’evento – laboratorio

L’iniziativa, organizzata da Anci, in collaborazione con Anci Marche e il Comune di Macerata, è finalizzata alla formazione, informazione e diffusione delle iniziative già attuate da alcune amministrazioni comunali nel contrasto allo spreco.

Nello specifico verrà analizzato il caso del Comune di Macerata e del risparmio energetico come buona pratica in quanto la nostra città è stata definita da Legambiente la città più virtuosa d’Italia in relazione al minor spreco di acqua.

“Ci rende orgogliosi il fatto che l’esperienza di Macerata sia stata scelta come esempio di buona pratica nel campo del risparmio idrico – interviene il sindaco Romano  Carancini-  e come focus di formazione e di informazione per l’economia delle risorse. È dovere di un’Amministrazione responsabile fare delle scelte oculate che a livello locale aprano un percorso di ottimizzazione ma anche di conoscenza e di sensibilizzazione dei cittadini. L’occasione sarà utile per fotografare la situazione attuale di competenza comunale e per illustrare i progetti futuri nell’ottica della gestione unificata del sistema idrico anche a livello provinciale.”

Ad apertura dell’evento, fissato per le 10.30 porteranno i propri saluti il presidente dell’Anci Marche Maurizio Mangialardi e il sindaco Romano Carancini. Subito dopo, intorno alle 11 sul tema “Macerata salva l’acqua” interverranno Giorgio Piergiacomi presidente dell’Apm, Marco Marcatili economista di Nomisma e Francesca Pulcini presidente Legambiente Marche. Alle 12 prenderà il via il talk con gli interventi di Antonio Di Bari responsabile dell’ufficio servizi pubblici locali, società e aziende partecipate Anci, Angelo Sciapichetti assessore regionale, Romano Carancini in qualità di vicepresidente Anci Marche e Massimo Principi direttore generale dell’Assemblea d’Ambito territoriale ottimale n. 3 Marche – Macerata.

L’iniziativa rientra nell’ambito della campagna di sensibilizzazione “Spreco Zero”,  promossa dall’Anci e dal Ministero dell’Ambiente, della Tutela del Territorio e del Mare, che rivolge particolare attenzione agli amministratori locali. La sensibilizzazione dei Comuni per contrastare lo spreco, oltre a benefici economici e sociali, contribuisce a diffondere il senso di appartenenza, la solidarietà e la coscienza civica delle comunità locali, che si consolidano attraverso azioni amministrative antispreco promosse dalle amministrazioni locali. 

Ridurre lo spreco è uno degli elementi essenziali indicati nella Strategia Nazionale per lo Sviluppo Sostenibile SNSvS, in coerenza con gli obiettivi dell’Agenda 2030, sia come strumento di contrasto alla povertà che di sostenibilità dei modelli di produzione e consumo. Tra le diverse iniziative della campagna “Spreco Zero”, diretta alle amministrazioni comunali, è prevista la realizzazione di eventi -laboratorio e workshop per condividere e mettere a sistema alcune esperienze amministrative sulla lotta allo spreco, già consolidate e l’iniziativa di Macerata rientra tra questi.

Print Friendly, PDF & Email

Comments

comments