Violenza su donne: il “Codice rosso” è legge. Via libera dal Senato con 147 voti favorevoli

L’obiettivo è quello di accelerare lo svolgimento delle indagini in modo da evitare di pregiudicare la tempestività degli interventi contro i reati di maltrattamenti, violenza sessuale, stalking e di lesioni aggravate se commessi in contesti familiari o nell’ambito di relazioni di convivenza

Con 147 voti favorevoli, nessun contrario e 47 astenuti, Palazzo Madama ha dato il via libera definitivo nel pomeriggio al disegno di legge sulla tutela delle vittime di violenza domestica e di genere, il cosiddetto “Codice rosso”. Entrerà in vigore con la pubblicazione in Gazzetta ufficiale. Il provvedimento introduce di fatto una corsia preferenziale per le denunce, rende più rapide le indagini e obbliga i pubblici ministeri ad ascoltare le vittime entro tre giorni. L’obiettivo è quello di accelerare lo svolgimento delle indagini in modo da evitare di pregiudicare la tempestività degli interventi contro i reati di maltrattamenti, violenza sessuale, stalking e di lesioni aggravate se commessi in contesti familiari o nell’ambito di relazioni di convivenza.

Print Friendly, PDF & Email

Comments

comments