Sibillini e dintorni: in auto d’epoca “Dalla Sibilla al mare”

Oltre cinquanta equipaggi percorreranno dal 21 al 24 agosto circa 250 chilometri lungo le strade della provincia. A Macerata la “Rievocazione storica del Circuito della Vittoria” e il gran finale con una serata pro Croce Rossa Italiana allo Sferisterio

Il “museo viaggiante dell’automobile” sta per tornare sulle strade del maceratese. Per il dodicesimo anno consecutivo nella seconda metà di agosto si svolge in provincia di Macerata “Sibillini e dintorni”, il raduno di auto d’epoca promosso dalla Scuderia Marche Club Motori Storici con la collaborazione di ASI e CRI ed il sostegno del comune capoluogo, oltre che di altre amministrazioni locali. L’edizione 2019, che ha per tema “Dalla Sibilla al mare”, amplia l’arco temporale di svolgimento (4 giorni, dal 21 al 24 agosto), aumenta il numero delle tappe (Appignano, Corridonia, Petriolo, Porto Recanati, San Severino Marche, Pollenza e ovviamente Macerata), allunga la distanza complessiva da percorrere (oltre 250 chilometri), infine apre la partecipazione anche ad alcuni equipaggi su motociclette storiche. Oltre a queste novità, due conferme: la Rievocazione storica del circuito della Vittoria in programma a Macerata venerdì 23 agosto e l’aspetto solidaristico, con la serata finale (sabato 24 agosto alle ore 21) allo Sferisterio a favore della Croce Rossa Italiana.

Per l’aspetto motoristico di “Sibillini e dintorni” va segnalato che tra i circa cinquanta
equipaggi che giungeranno nel maceratese da tutta Italia ed anche dall’estero, figurano alcune automobili ultracentenarie. Tra queste una Peugeot Tipo 69 Bebè, raro esemplare del 1905, una De Dion Bouton AV del 1907 e una Wolseley Siddeley Limousine del 1911. “Queste straordinarie auto d’epoca – ha detto Massimo Serra, delegato del Club Motori Storici della Scuderia Marche – raccontano di un passato fatto di ricerca tecnologica ed estrema cura del dettaglio estetico, come nella Jaguar SS 100 del 1936 o nella Gilco Mantovani del 1949”. Tra le vetture iscritte figura anche una Cisitalia Berlinetta 303, un’auto rara e “preziosa” di cui il al MOMA di New York espone un esemplare. Tra gli equipaggi in motocicletta ci sono alcuni modelli che hanno fatto la storia, come la Triumph Tipo H del 1917, che – ha riferito Serra – fu scelta dal governo inglese per sostituire i cavalli nelle comunicazioni al fronte durante la prima guerra mondiale. Un collezionista piemontese porterà sulle strade maceratesi una rarità americana, la Indian Big Chief del 1924.

Questo il programma dell’intera manifestazione:

Mercoledì 21 agosto ad Appignano, le vetture saranno in esposizione nel cuore del centro della ceramica e della terracotta. Giovedì 22 agosto il “museo viaggiante” arriverà nella piazza principale di Corridonia alle 9.30, per spostarsi poi a Petriolo; quindi nel pomeriggio tappa a Porto Recanati dove alle 18 residenti e turisti potranno ammirare la sfilata delle auto sul lungomare fino a piazza Brancondi. Venerdì 23 agosto alle 10 arrivo a San Severino Marche dove le auto si faranno ammirare in Piazza del Popolo. Nella serata di venerdì 23 la carovana arriverà a Macerata. Qui, a partire dalle 21.30, tutti gli equipaggi daranno vita alla “Rievocazione storica del Circuito della Vittoria”. I nastri di partenza sono fissati, come da tradizione, in Corso Cavour da cui le auto partiranno una dietro l’altra per arrivare a riempire piazza della Libertà con tutto il loro fascino. Lì resteranno fino a tardi, mentre in municipio saranno ricevuti gli equipaggi e la giuria della Croce Rossa Italiana assegnerà per l’ottavo anno consecutivo il titolo “La più bella sei tu” all’equipaggio con il migliore abbinamento auto-abito d’epoca.

Sabato 24 agosto alle 9 “Sibillini e dintorni” si posterà a Pollenza. Al termine della visita al museo della Vespa partenza per Corridomnia Park, da dove a metà pomeriggio è previsto il rientro a Macerata. Esposizione fino a sera delle auto in piazza Mazzini e quindi gran finale allo Sferisterio. La serata, organizzata grazie alla collaborazione con il comune di Macerata e il comitato locale della CRI, vedrà sul palco che fino a pochi giorni fa è stato il “tempio della lirica” la Fisorchestra Marchigiana insieme al coro “Andrea Grilli” di Sirolo diretti da Samuele Barchiesi, il Collettivo Danza Osimo e l’Accademia del tango di Macerata. Lo spettacolo, da titolo “Le luce della ribalta”, si avvale della regia di Franco Bury, con i testi di Massimo De Nardo e la voce narrante di Piero Piccioni. Tra gli artisti che saliranno sul palco dell’Arena maceratese anche la cantautrice marchigiana Sally Moriconi.

L’ingresso è gratuito con donazione libera a favore della CRI, previa prenotazione obbligatoria chiamando i numeri 331.8382717 e 331.8439790 o scrivendo a sibilliniedintorni@gmail.com.

Print Friendly, PDF & Email

Comments

comments