Ferragosto da record a Macerata, in 2.700 ai Musei: visitatori su del 25%

A Ferragosto, Macerata premiata dal turismo lento e in netta espansione. Visitatori da tutta Italia e in buona parte dall’Estero si sono concessi un lungo Ponte dell’Assunta all’insegna dell’ arte, cultura e dell’enogastronomia, con numeri positivi degli ingressi ai musei relativi al week end ferragostano.

I 2.723 ingressi totali dal 12 al 18 agosto alzano – non di poco – l’asticella delle performance turistiche cittadine degli ultimi anni, quelli della rinascita dopo il terremoto, con un balzo in avanti del 25% rispetto al 2018 quando il totale dei visitatori fu di
2.047 unità.
La parte del leone la fa lo scrigno dell’arte cittadina, Palazzo Buonaccorsi, con 967 ingressi. Molti i turisti arrivati per ammirare la mostra-evento “Bauhaus 100-Imparare Fare pensare”, dedicata ai 100 anni della scuola di design e architettura che dall’inaugurazione ad oggi ha registrato 4.300 ingressi.
“Siamo felici di vedere i nostri musei capaci di offrire un’accoglienza di grande livello a così tante persone che vengono in città per conoscere cose nuove e stare bene con noi. Invitiamo anche tutti i cittadini maceratesi e residenti nella Marca Maceratese a scoprire
le nostre bellezze. Saranno loro i primi a promuovere la nostra città”, afferma con soddisfazione Stefania Monteverde assessore alla Cultura e Turismo del Comune di Macerata.
Segue, con 886 ingressi, il simbolo del capoluogo, lo Sferisterio, più fotografato e visitato che mai dopo l’accensione della nuova illuminazione. In terza posizione Palazzo Ricci con i quasi 500 che hanno fatto visita alla prestigiosa collezione di arte italiana del ‘900. Bene anche il City tour, una delle novità proposte da “Macerata Culture” (il progetto di gestione integrata della rete museale) con 248 passaggi e “Tipico.Tips”, il nuovo hub di accoglienza turistica del Comune di Macerata, vera e propria porta sulla città e sulla Marca Maceratese con 170 biglietti emessi nella calda settimana ferragostana.
Macerata resta meta privilegiata soprattutto di giovani coppie e famiglie.

In netta prevalenza, al 37%, la fascia di età compresa tra i 41 e i 65 anni seguita, quasi a pari merito, da quella over 65 (24%) e dai giovani tra i 20 e i 40 (23%). Gli under 19 rappresentano il 16% dei visitatori. Tra gli arrivi si confermano in prima posizione quelli provenienti dalle regioni del Nord (43%), seguiti dal Centro (35%) e dai marchigiani che si attestano al 14%. Dall’Estero (3%) si segnala turismo crescente da Francia e in successione da Germania, Inghilterra e Olanda.

Print Friendly, PDF & Email

Comments

comments