Giampaoli, direttore Cosmari al meeting per raccontare la gestione delle macerie post sisma

La Regione Marche in questi giorni è  presente al Meeting di Rimini con un proprio stand espositivo e ogni giorno promuove convegni e incontri aventi per argomento “Le Marche: dalla ferita del sisma alla rinascita con lo sguardo rivolto all’innovazione”.

Mercoledì 21 agosto si è parlato del riuso e del recupero come fattori centrali per la rinascita post terremoto. Diversi gli argomenti trattati approfondendo tematiche particolarmente attuali legati all’impresa 4.0 e all’economia circolare. 

Dopo l’introduzione di Stefania Bussoletti, dirigente Innovazione e Ricerca e Competitività della Regione Marche, tra i vari relatori, è intervenuto anche Giuseppe Giampaoli Direttore Generale di Cosmari che oltre a presentare le attività dell’azienda nel campo della raccolta, trattamento e selezione, avvio al riciclo e riuso dei rifiuti, ha illustrato  in maniera approfondita il sistema di gestione integrata delle macerie post sisma.

Giampaoli ha presentato le diverse fasi operative che gli addetti Cosmari adottano per avere un recupero funzionale e ambientalmente compatibile di tutte le macerie, favorendo la differenziazione e il loro riuso. Il Direttore del Cosmari si è  anche soffermato sulle difficoltà burocratiche e normative legate al trattamento delle stesse macerie e di tutte le problematiche che ne derivano.

Inoltre sono intervenuti Sandro Pertini della Delta di Montecassiano, azienda leader nel settore di produzione di lavelli realizzati con materie seconde composite provenienti dal riciclo, Cristian Cucciari e Rodolfo Brandi della Edilmag di Pesaro che ha realizzato la prima piattaforma per lo sharing nel campo dell’edilizia che consente l’utilizzo delle attrezzature e dei materiali in condivisione, Andrea Vesprini della Vega di Ponzano di Fermo che recupera particolari componenti dei rifiuti elettronici e da apparecchiature elettriche degli ascensori favorendo il riuso di alcuni componenti, Vincenzo Paoletti della Fondazione ITS che promuove un corso di formazione molto qualificata per l’efficienza energetica.

Sono state presentate anche due interessanti iniziative inerenti il progetto dell’area commerciale di Pieve Torina realizzato con la rigenerazione di container marini che oggi ospitano le attività economiche, ne ha parlato il Sindaco Alessandro Gentilucci e un esempio virtuoso nel riciclo degli asfalti a cura di Cobit Asfalti, lo ha illustrato Roberto Moretti.

I lavori sono stati coordinati da Francesco Fatone dell’Università Politecnica delle Marche, Dipartimento di Scienze e Ingegneria della Materia, dell’Ambiente e Urbanistica.

Print Friendly, PDF & Email

Comments

comments