La tradizionale festa del patrono di Macerata che dal 1513 si celebra il 31 agosto, quest’anno si arricchisce di iniziative e eventi e dura una settimana intera. Passeggiate e incontri per conoscere la città, riscoperta dei giochi tradizionali, i balli in piazza, le cene sulla piazza, il teatro dialettale in piazza Mazzini, la fiera, sono tante le occasioni per vivere la città durante la settimana di festeggiamenti che fanno da contorno alla festa religiosa che si celebra il 31 agosto con la concelebrazione Eucaristica presieduta dal vescovo Nazzareno Marconi, l’offerta del cero votivo da parte del Comune e la tradizionale processione per le vie della città.

Per il secondo anno consecutivo torna il Buon Compleanno Macerata che festeggia 881 anni dalla fondazione della città di Macerata, il 1138, e si festeggia in piazza Mazzini con cortei e feste medievali, una rievocazione insieme agli artisti della Compagnia dei Folli e agli sbandieratori.

Altro momento molto significativo è la Festa dell’ospitalità che si celebra in piazza della Libertà il 31 agosto alle 21.30. Il sindaco di Macerata Romano Carancini a nome della città intera accoglie le delegazioni delle città gemellate provenienti da Weiden  (Germania), Issy Les Moulineaux (Francia) e Floriana (Malta). La festa dell’ospitalità è stata costruita nel tempo per sottolineare l’amicizia che lega le città e l’importanza del valore dell’ospitalità a cui richiama il patrono maceratese.

“È tanta la gioia con cui tutti noi maceratesi aspettiamo ogni anno l’arrivo di san Giuliano” afferma il sindaco Romano Carancini “Una festa che nel segno della tradizione rappresenta anche il momento del ritrovo, dell’incontro e dell’appartenenza ad una stessa comunità. Anche quest’anno sarà un grande piacere festeggiare il patrono in compagnia degli amici delle città gemellate, sarà un’occasione per ribadire e rafforzare il forte legame che ci unisce a tutte loro nella bellezza di una rete tra comunità che si conoscono, si scambiano esperienze e culture, tenendo alto il nome dell’Europa”.

Per celebrare la festa del patrono San Giuliano non mancano poi i tradizionali balli in piazza, la fiera con trecento ambulanti, gli stand delle associazioni sportive e di volontariato e quelli  gastronomici, la mostra d’arte della Marguttiana e i fuochi d’artificio.

“Turisti e viaggiatori che a fine agosto passano per Macerata dobbono sapere che le feste di san Giuliano per i maceratesi sono le feste dell’infanzia” afferma Stefania Monteverde assessore alla Cultura e al Turismo “E’ una festa popolare che amiamo tanto perché ci fa stare insieme nelle piazze e sulle strade, finalmente chiuse alle macchine, per passeggiare, ballare, chiacchierare, mangiare insieme. Un clima sereno che ricorda alla comunità di rimanere unita e non disperdersi mai, neanche quando si attraversano le crisi difficili e tutto sembra nero. Come ci insegna il santo patrono” conclude l’assessore “si può sempre rinascere dalle tragedie e scegliere di dedicare la vita alla generosità all’ospitalità e alla felicità”.

Il ricco programma di eventi organizzato dal Comune, che ha coinvolto gli assessorati al Turismo e alle Attività produttive, è stato messo a punto insieme alla Pro Loco Macerata e al Centro Italiano Femminile San Giuliano ed è stato presentato questa mattina durante una conferenza stampa alla presenza del vice sindaco e assessore alla Cultura Stefania Monteverde, del presidente della Pro loco Macerata Stefano Petetta e della segretaria dell’associazione Paola Raccosta. Presenti anche gli assessori allo Sport Alferio Canesin e ai Servizi sociali Marika Marcolini.

Per una precisa scelta degli organizzatori san Giuliano quest’anno si dividerà tra due piazze, i tre giorni iniziali si svolgeranno in piazza Mazzini e i restanti tre in piazza della Libertà.

“Abbiamo voluto dare un taglio di qualità alla festa del patrono per riaffermare le tradizioni maceratesi attraverso i piatti tipici, il ballo, il dialetto e la storia” ha detto Stefano Petetta neo presidente della Pro Loco Macerata “Per le serate con il teatro dialettale abbiamo scelto compagnie affermate che assicurano divertimento e svago, così come per gli ospiti musicali in piazza. Siamo riusciti ad avere Simona Quaranta stimata artista che con la sua band partecipa anche a noti programmi televisivi. Da sottolineare poi la partecipazione della Compagnia dei Folli, affermato gruppo di artisti di strada di Ascoli Piceno, per animare la festa di Buon compleanno Macerata che vedrà la rievocazione storica in costumi medievali”.

Programma


Il programma inizia da oggi, giovedì 22 agosto, con le iniziative del Cif san Giuliano associazione che da sempre cura con molta attenzione e impegno le tradizioni maceratesi. Alle 17.30, in programma l’inaugurazione della pinturetta in onore di san Giuliano in via Pesaro davanti la sede della Croce Verde. Sabato 24 nelle vetrine dei negozi del centro storico al via la Mostra del fischietto in terracotta, e alle 17, in piazza della Libertà, partenza della tradizionale Passeggiata alla scoperta delle fontanelle del sindaco Perugini.

Domenica 25, sempre a cura del Centro Italiano femminile, appuntamento con Dialettando insieme e merenda tradizionale maceratese nel cortile di Palazzo Conventati (piaggia della Torre 8) alle 17.00. Una rassegna di poesie dialettali e degustazione di prodotti tipici.

Lunedì 26 e martedì 27 agosto, si alza il sipario sulla seconda edizione de Il teatro a piazza Mazzini la due giorni dedicata al teatro dialettale promossa dalla Pro Loco Macerata. Due le commedie ad ingresso gratuito che avranno inizio alle 21.30 nella piazza adiacente lo Sferisterio: Tutta colpa de lu vusciu…dell’ozono con la Compagnia “G.Lucaroni” di Mogliano (lunedì 26) e Li parendi de Roma con la Compagnia “La Nuova” di Belmonte Piceno (martedì 27).

Mercoledì 28 agosto un pomeriggio di animazione per bambini alla scoperta dei giochi antichi e delle attività all’aria aperta con I giochi dei nonni. Alla scoperta dei giochi antichi e delle attività all’aria aperta. Appuntamento nel Cortile di Palazzo Conventati (piaggia della Torre 8) alle 17 con gli animatori e i volontari dell’ Ecomuseo Case di terra di Villa Ficana e del Cif.

Alle 21.30 in piazza Mazzini l’attesa festa in onore della città. Buon compleanno Macerata! è il titolo della seconda edizione della rievocazione storica voluta dall’Amministrazione comunale e dalla Pro Loco per ricordare l’atto di fondazione della città, sottoscritto il 29 agosto 1138, con cui il vescovo di Fermo Liberto concesse al Castrum Maceratae le libertà comunali. Si potranno rivivere i momenti più importanti dello storico avvenimento a partire dalle 21.30 in piazza Mazzini. Il corteo Podium Sancti Iuliani  del vescovo di Fermo e Castrum Maceratae dei signori del Castello si incontreranno per dare lettura dell’atto di fondazione della città suggellando il patto con la firma del contratto.

Seguiranno le esibizioni degli sbandieratori e uno spettacolo con il fuoco che racconta come dalla preistoria ai giorni nostri attraversando epoche e paesi diversi il fuoco non ha mai smesso di esercitare il suo fascino magico e di stupire gli uomini nei riti ancestrali e religiosi, nelle lotte, nel gioco.

Giovedì 29, alle 17, ai Magazzini Uto (vicolo Consalvi) inaugurazione della mostra fotografica Ascolta: scatta l’Accoglienza, concorso fotografico sulle città solidali ed accoglienti a cura di Azione Cattolica Italiana della diocesi di Macerata e Associazione FormAC di Macerata mentre alle 18, sul cortile di Palazzo Conventati (piaggia della Torre 8), approfondimento sulla storia della città con Macerata: toponimo e origini. Ipotesi con Giammario Borri e Nazzareno Gaspari (Accademia dei Catenati). L’iniziativa è del Centro Studi Storici Maceratesi

Da giovedì 29 a sabato 31, dalle 19,30, apertura degli stand gastronomici in piazza della Libertà (il 31 aperti dalle 12,30) e al via la festa nel nome della tradizione a cura della Pro Loco Macerata. Balli in piazza, divertimento e musica a partire dalle ore 21.30 con tre gruppi di qualità, la Live band I Miuri (29 agosto) l’ Orchestra Luca Bergamini, (venerdì 30 agosto) e Orchestra Simona Quaranta, sabato 31 agosto.

Venerdì 30 agosto al via la Fiera di san Giuliano con trecento ambulanti che dalle ore 15 riempiranno vie e piazze del centro storico ad iniziare da Corso Cavour per proseguire lungo i viali Puccinotti e Trieste, in piaggia della Torre e piazza Mazzini. Ci sarà la fiera anche in Corso Cairoli, in via Garibaldi, piazza Annessione, via Gramsci e corso Matteotti. Alle bancarelle delle merci si affiancano 34 stand delle associazioni di volontariato e sportive che presenteranno le loro attività. Alle 17 in piazza della Libertà tradizionale bancarella del fischio di san Giuliano e alle 17.30 taglio del nastro agli Antichi Forni per la nuova Marguttiana d’arte a cura di Confcommercio imprese per l’Italia Marche Centrali che rimarrà aperta fino al 1° settembre.

Da venerdì 30 entra nel vivo anche la Festa dell’ospitalità, con l’accoglienza delle delegazioni delle città gemellate  Weiden  (Germania), Issy Les Moulineaux (Francia) e Floriana (Malta) guidate rispettivamente dal sindaco di Weiden, Seggewiss Kurt, dal vice sindaco di Issy les Moulineaux Alain Levy e dal sindaco di Floriana Davina Sammut Hili. Alle 19.30 sempre in piazza della Libertà Presentazione della Maceratese Calcio e della squadra di calcio a 11 femminile Macerata YFIT.

Il 31 agosto, festa di san Giuliano, dalle 16 spettacolo itinerante con le Majorettes del gruppo Koreos (partenza da Galleria del commercio). Alle 18.30, sul sagrato della Cattedrale, Concelebrazione Eucaristica presieduta dal vescovo Nazzareno Marconi e offerta del cero votivo da parte del Comune. A seguire processione per le vie del centro storico. Alle 20,30 in piazza della Libertà Cerimonia dell’ospitalità con le città gemellate e presentazione ufficiale della squadra di volley Menghi Shoes e Roana CBF H.R.Volley. A seguire musica e balli e alle 23.30, in viale Leopardi, spettacolo pirotecnico con i Fuochi di san Giuliano.

La giornata del 31 agosto sarà ripresa in diretta sul canale 611. In piazza della Libertà saranno invece installati due schermi dove su uno saranno proiettate le immagini della città con i suoi musei e luoghi d’arte sull’altro i nomi e i loghi dei 70 sponsor, attività commerciali di piccole e grandi dimensioni che hanno avuto piacere di contribuire alla realizzazione della festa patronale.

Print Friendly, PDF & Email

Comments

comments