Montefano, 22 settembre: giornata dedicata al primo soccorso

L'iniziativa, è promossa dalla sezione montefanese dell'Associazione Nazionale Carabinieri, che donerà un defibrillatore alla comunità. L’organizzazione dell’evento ha visto la partecipazione congiunta del Comune di Montefano e dell’Università Politecnica delle Marche

Intervenire in maniera tempestiva, essere preparati sia nel riconoscimento della criticità dell’evento che del primo soccorso, nonché nella tempestiva comunicazione alla Centrale Operativa 118, rappresenta la chiave di volta nel fare la differenza tra salvare una vita e rimanere spettatori di fronte ad un’emergenza. Montefano da piccola comunità diventa piccolo laboratorio sul tema: per questo domenica 22 settembre 2019, in occasione del 40° anniversario dalla morte del brigadiere Giuseppe Diaschi, la sede locale dell’Associazione Nazionale Carabinieri donerà un defibrillatore. L’iniziativa si svolgerà con la partecipazione del Centro di Ricerca e Servizio “Il CUoRE dell’UNIVPM” dell’Università Politecnica delle Marche che deve la sua istituzione all’intuizione e lungimiranza del rettore Sauro Longhi, sull’importanza della diffusione della cultura.

Durante la giornata si susseguiranno momenti di riflessione tra cui la conferenza “Primo soccorso in caso di arresto cardiaco: quale ruolo della comunità?” a partire dalle ore 9.30, presso la Sala Olivi. La giornata proseguirà nel pomeriggio con esercitazioni di primo soccorso che vedrà coinvolta l’intera comunità sotto la guida di docenti e studenti dell’Università Politecnica delle Marche. Saranno inoltre coinvolti il Gruppo comunale di Protezione Civile di Montefano e il gruppo protezione civile dell’ANC di Filottrano, con l’obiettivo di un futuro coinvolgimento dei comuni limitrofi e dei progetti già avviati da alcuni in termini di prevenzione.

Print Friendly, PDF & Email

Comments

comments